terminillo

RIETI

Rieti Virtuosa: "Impianti di sci a Pian de' Valli, altri 5 anni sprecati per il Terminillo"

20.10.2015 - 21:56

0

Rieti Virtuosa non molla. Anzi va al contrattacco sulla questione progetto Terminillo. “La maggioranza in consiglio comunale, complice quasi tutta l'opposizione, di fatto ammette di aver fallito le politiche sul Terminillo e cerca di correre ai ripari ma, invece di svincolarsi dal progetto “Tsm” della Provincia di Rieti, gli rinnova incredibilmente la fiducia chiedendo, in caso di bocciatura “Via”, lo stralcio per gli impianti a Pian de Valli” sottolinea non senza polemica il Movimento.
“Ormai, bene che vada, per tali impianti si dovrà aspettare la stagione sciistica 2017-2018, quando nel 2012 si sarebbe potuto presentare subito il progetto di rifacimento dell'impianto “Colle di mezzo” e, di concerto con Cantalice, l'impianto “Cardito Nord”, ridando almeno un po’ di dignità alla stazione invernale reatina”. Per Rieti Virtuosa “al di là delle premesse e considerazioni di rito, è questo l'unico vero e triste responso del consiglio comunale dell'altra settimana, condensato nell'ultimo capoverso di un ordine del giorno della maggioranza, nonostante tutto ancora totalmente schiacciata sulle posizioni della vice sindaco Pariboni e dall'architetto Abruzzese della Provincia. Così, invece di prendere atto dell'errore compiuto con la Delibera di Consiglio n.15 del 2014, con la quale si approvava il progetto “TSM”, si sceglie di perseverare sulla “cattiva strada” tracciata da Leonessa, dalla Provincia e dai loro tecnici incaricati”. Per il Movimento Civico reatino “nella Delibera appena votata non si fa nemmeno menzione delle osservazioni presentate da numerose autorevoli associazioni (supportate da tecnici professionisti nei più svariati settori ambientali), né delle controdeduzioni della Provincia che non sono servite ad evitare la bocciatura nella Valutazione d'incidenza. Dunque, nel rispetto della Convenzione di Aarhus che tra l'altro garantisce "la partecipazione del pubblico ai processi decisionali", siccome crediamo che non sia mai troppo tardi per tornare sui propri passi e rilanciare un vero processo partecipato con le attività economiche, i cittadini e le associazioni che porti rapidamente ad un Piano di rilancio turistico del Terminillo e dei Monti reatini - conclude Rieti Virtuosa -, chiediamo al presidente della Provincia e ai sindaci del comprensorio che il 22 ottobre si fermi questo treno in corsa su binari morti e si convochi al più presto un'assemblea pubblica di confronto sulla Programmazione Territoriale nelle aree montane per avviare l'iter procedurale della Vas, strumento indispensabile per valutare la sostenibilità economica e ambientale di un programma di interventi come quello che si vuole realizzare”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Webnotte speciale, il diario d'amore di Michele Bravi

Webnotte speciale, il diario d'amore di Michele Bravi

In diretta dall'Unicredit Pavillon di Milano, dove si tiene l'evento "Tempo di libri", Michele Bravi ha cantato per il pubblico del web show di Assante e Castaldo. Il giovane di Città di Castello, 22 anni, è il vincitore della settima edizione del talent "X Factor" e si è classificato quarto all'ultimo festival di Sanremo con il brano "Il diario degli errori"

 
A Parigi scontri fra antifascisti e polizia dopo il voto

A Parigi scontri fra antifascisti e polizia dopo il voto

Milano (askanews) - La giornata elettorale francese si è conclusa con una manifestazione degenerata in scontri con la polizia, intorno a Place de la Republique, organizzata da antifascisti e anticapitalisti che sono scesi in piazza contro Marine Le Pen, ma anche contro Macron in una contestazione generale dei due candidati che hanno superato il primo turno, considerati rappresentanti di un potere ...

 
Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...