Licenziamento Preite, il tribunale dà ragione al Comune:

RIETI

Licenziamento Preite, il tribunale dà ragione al Comune: "Non sarà reintegrato"

18.10.2015 - 13:05

0

Il Tribunale di Rieti - nel collegio composto da Laura Centofanti (presidente), Giovanna Gianì e Francesca Vitale - ha rigetatto, ritenendolo infondato, il reclamo presentato da Antonio Preite contro l'ordinanza del giudice del lavoro dell'aprile scorso che respingeva il ricorso dell'ex dirigente del Comune volto a ottenere il reintegro nel posto di lavoro. Secondo il collegio del tribunale infatti, la precedente decisione del giudice del lavoro era "improntata a un rigoroso e inappuntabile ragionamento, sia fattuale che giuridico". Nelle motivazioni della decisione, la linea difensiva di Preite viene smontata pezzo per pezzo. Innanzitutto, l'ex dirigente comunale contestò il licenziamento sottolineando che "sin dall'adozione della deliberazione della Corte dei Conti del 2012" il sindaco Petrangeli poteva "già dirsi a conoscenza di elementi sufficienti per procedere" contro il suo funzionario, cosa che invece fece solo due anni più tardi. Per il collegio questa sottolineatura di Preite non è accoglibile per una serie di motivi, tra i quali il fatto che solo con la relazione del nucleo di valtuazione del marzo 2014 "si perverrà alla individuazione dei titoli specifici di responsabilità dei vari dirigenti" tra i quali, appunto, Preite. La relazione alla quale fanno riferimento i giudici è quella che rese evidente "il grave squilibrio economico-finanziario dell'ente, evincibile dal consuntivo 2011" che attestava un disavanzo di oltre 38 milioni di euro. Il collegio richiama poi la nota del segretario generale del 13 marzo 2014 "densa di implicazioni disciplinari", contenente anche "il rilievo di addebiti altrettanto gravi" su lavoro flessibile e utilizzo delle proroghe negli appalti. Inoltre, sulla presunta estraneità rivendicata da Preite per le operazioni connesse ai residui dell'Ente, i giudici del tribunale di Rieti sostengono che l'ex dirigente abbia "omesso di esercitare il proprio ruolo di garante degli equilibri di bilancio" non impedendo alcune decisioni. Infine, il capitolo del finanziamento di spese correnti "con risorse da indebitamento garantito con cessioni di credito a valere su proventi da alienazione di beni comunali". Anche in questo caso il collegio ribadisce la correttezza dell'ordinanza del giudice del lavoro ricordando che la legge "limita" la possibilità di alienazione del patrimonio disponibile per la realizzazione di opere pubbliche o per il finanziamento delle perdite delle aziende pubbliche di trasporto "e non per sopperire al momentaneo periodo di carenza di flussi di cassa". Insomma, per il tribunale resta "il concorso delle iniziative del funzionario" al "grave stato di dissesto" del Comune di Rieti.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Parolin: vi spiego come lavora la diplomazia vaticana

Parolin: vi spiego come lavora la diplomazia vaticana

Mosca, (askanews) - La diplomazia vaticana propone gli ideali della fraternità, della solidarietà, della pace. Anche se a volte si scontrano con interessi nazionali ben specifici. La sfida è proprio questa. Come spiega in questa intervista esclusiva ad askanews, il cardinale Pietro Parolin, segretario di stato vaticano. "I mattoni con cui cerchiamo di costruire tutti i ponti sono in primo luogo ...

 
"Easy", dal successo di Locarno ai cinema, pensando a Kaurismaki

"Easy", dal successo di Locarno ai cinema, pensando a Kaurismaki

Roma (askanews) - Al festival di Locarno ha avuto un enorme successo e il protagonista Nicola Nocella ha vinto il premio della critica, dal 31 agosto "Easy - Un viaggio facile facile" di Andrea Magnani arriverà nei cinema. Il film racconta il viaggio surreale di Isidoro, detto Easy, ex campione di Go Kart, depresso e con molti chili di troppo, che per togliere il fratello dai guai deve portare in ...

 
Malasanità, a Napoli tre inchieste sulla morte di Antonio Scafuri

Malasanità, a Napoli tre inchieste sulla morte di Antonio Scafuri

Napoli, (askanews) - Arriveranno i Nas all'ospedale di Napoli Loreto Mare, per aiutare a scoprire cosa è successo ad Antonio Scafuri nella notte fra il 16 e il 17 agosto; il ragazzo è morto dopo il ricovero in codice rosso per un incidente in moto. Secondo la famiglia, gli infermieri litigavano su chi avrebbe dovuto accompagnarlo a fare una AngioTac in un'altra struttura. Per ora la famiglia non ...

 
Cardinale Parolin: il Papa a Mosca? Le belle sorprese servono

Cardinale Parolin: il Papa a Mosca? Le belle sorprese servono

Mosca, (askanews) - "Per quanto riguarda il viaggio del Papa o di un incontro, non avrei elementi per esprimermi. Adesso si è innescata, penso di poterla chiamare, una dinamica positiva, dopo il viaggio e l'incontro a Cuba, e adesso questo grande evento di popolo con la visita delle Reliquie di San Nicola (in Russia). E tutto questo deve portare a nuovi passi e nuove iniziative. Un po' alla volta ...

 
il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017

Jerry Lewis

Jerry Lewis

LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

Addio a Jerry Lewis, genio della comicità

È morto a Las Vegas, a 91 anni, l’attore statunitense Jerry Lewis, considerato dalla critica uno dei comici più celebri dello spettacolo Usa. Lo ha riportato alle 19.55 (ora ...

20.08.2017

Al Terminillo serata di grandi emozioni con il Musì trio

RIETI

Al Terminillo una serata di grandi emozioni con il Musì trio

Una serata piena di emozioni ha regalato il Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo Paniconi (Pianoforte), in un concerto ...

19.08.2017