festa della birra - rieti

RIETI

Esposto dei residenti contro gli organizzatori della Festa della Birra

10.10.2015 - 15:53

0

L’Oktoberfest reatino si trascina anche quest’anno una serie di polemiche e, in aggiunta, anche un esposto. E’ quello presentato dai residenti di largo Santa Barbara (“e dintorni” ci tengono a far sapere) a causa dei soliti disagi causati dal troppo baccano che proviene dalla struttura allestita proprio davanti ad uno dei pub più noti e frequentati dai ragazzi. Una storia che si ripete ogni anno da quando i gestori del pub hanno pensato bene di celebrare la birra con una festa che si viene organizzata sempre nei primi giorni di ottobre. A mandare su tutte le furie i residenti oltre ai rumori molesti che si propagano “fino a tardissima notte” anche l’impossibilità di trovare parcheggi in quella zona perché “occupati dalla megastruttura che ospita ai tavoli i visitatori impegnati a consumare fiumi di birra accompagnati da cibi tipici della tradizione bavarese”. Una “battaglia” quella tra gestori del pub e organizzatori della “Festa della birra” che va avanti da tempo: dalla protesta i residenti sono passati agli esposti al Comune “per segnalare la difficile situazione che si è venuta a creare nel quartiere”. Non solo musica - a detta degli abitanti del quartiere - che supererebbe di gran lunga i decibel consentiti ma anche degrado dovuto ai rifiuti (piatti di plastica, bicchieri e bottiglie di alcolici) lasciati ovunque. “Nell’esposto che abbiamo presentato in Comune - spiega un residente che ha chiesto di mantenere l’anonimato - avevamo segnalato i disagi cui noi eravamo costretti ad affrontare: la musica a tutto volumo ben oltre gli orari consentiti, rifiuti di ogni genere abbondati in strada e persino auto parcheggiate danneggiate da chi magari alza un po’ troppo il gomito durante la festa. Per questo siamo esasperati. Il Comune, a dire il vero, ha dato ha dato una timida risposta riducendo gli orari della musica, ma è ancora troppo poco. La realtà è che questo tipo di permessi andrebbero concessi per eventi da organizzare in periferia, lontano dai centri abitati e in spazi appositi proprio per evitare qualsiasi tipo di problema, anche di semplice circolazione stradale”.
“La realtà - fa sapere il titolare di una attività commerciale della zona - è che a lamentarsi sono quegli stessi residenti che non sopportano neanche il brusìo provocato dalle persone che il fine settimana si recano al cinema o frequentano gli altri locali della zona. Onestamente non si può pretendere di far diventare privata una piazza o una via solo perché chi ci abita non vuole rotture di scatole. L’importante è rispettare le regole e adeguarsi di conseguenza”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Parolin: vi spiego come lavora la diplomazia vaticana

Parolin: vi spiego come lavora la diplomazia vaticana

Mosca, (askanews) - La diplomazia vaticana propone gli ideali della fraternità, della solidarietà, della pace. Anche se a volte si scontrano con interessi nazionali ben specifici. La sfida è proprio questa. Come spiega in questa intervista esclusiva ad askanews, il cardinale Pietro Parolin, segretario di stato vaticano. "I mattoni con cui cerchiamo di costruire tutti i ponti sono in primo luogo ...

 
"Easy", dal successo di Locarno ai cinema, pensando a Kaurismaki

"Easy", dal successo di Locarno ai cinema, pensando a Kaurismaki

Roma (askanews) - Al festival di Locarno ha avuto un enorme successo e il protagonista Nicola Nocella ha vinto il premio della critica, dal 31 agosto "Easy - Un viaggio facile facile" di Andrea Magnani arriverà nei cinema. Il film racconta il viaggio surreale di Isidoro, detto Easy, ex campione di Go Kart, depresso e con molti chili di troppo, che per togliere il fratello dai guai deve portare in ...

 
Malasanità, a Napoli tre inchieste sulla morte di Antonio Scafuri

Malasanità, a Napoli tre inchieste sulla morte di Antonio Scafuri

Napoli, (askanews) - Arriveranno i Nas all'ospedale di Napoli Loreto Mare, per aiutare a scoprire cosa è successo ad Antonio Scafuri nella notte fra il 16 e il 17 agosto; il ragazzo è morto dopo il ricovero in codice rosso per un incidente in moto. Secondo la famiglia, gli infermieri litigavano su chi avrebbe dovuto accompagnarlo a fare una AngioTac in un'altra struttura. Per ora la famiglia non ...

 
Cardinale Parolin: il Papa a Mosca? Le belle sorprese servono

Cardinale Parolin: il Papa a Mosca? Le belle sorprese servono

Mosca, (askanews) - "Per quanto riguarda il viaggio del Papa o di un incontro, non avrei elementi per esprimermi. Adesso si è innescata, penso di poterla chiamare, una dinamica positiva, dopo il viaggio e l'incontro a Cuba, e adesso questo grande evento di popolo con la visita delle Reliquie di San Nicola (in Russia). E tutto questo deve portare a nuovi passi e nuove iniziative. Un po' alla volta ...

 
il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017

Jerry Lewis

Jerry Lewis

LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

Addio a Jerry Lewis, genio della comicità

È morto a Las Vegas, a 91 anni, l’attore statunitense Jerry Lewis, considerato dalla critica uno dei comici più celebri dello spettacolo Usa. Lo ha riportato alle 19.55 (ora ...

20.08.2017

Al Terminillo serata di grandi emozioni con il Musì trio

RIETI

Al Terminillo una serata di grandi emozioni con il Musì trio

Una serata piena di emozioni ha regalato il Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo Paniconi (Pianoforte), in un concerto ...

19.08.2017