Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 10:01

BORGOROSE

Presenza di eternit in capannoni a ridosso del centro abitato: due imprenditori nei guai

CAPANNONI ETERNIT - FORESTALE

Gli uomini del Comando Stazione Forestale di Borgorose, durante lo svolgimento del servizio di controllo del territorio, teso a prevenire e reprimere i reati ambientali in aree rurali con particolare riferimento alle zone agricole, nella frazione di Corvaro di Borgorose correlata anche ad attività delegata, accertavano che all’interno di due distinti siti erano presenti manufatti destinati ad attività agricole e artigianali, riportanti coperture in materiale cemento-amianto, ossia “eternit”. Nel corso dei sopralluoghi effettuati anche con l’ausilio della competente struttura della Asl di Rieti  è stato rilevato che le predette coperture  erano ammalorate e gravemente danneggiate, tanto che  quantità rilevanti di eternit erano cadute dai tetti e quindi giacenti abbandonate in maniera incontrollata sul terreno.Tale situazione ha determinato, comprensibilmente, dispersione di fibre di amianto nell’ambiente con tutti i rischi che ne possono derivare per la salute pubblica. Le circostanze non sono ovviamente trascurabili considerato che le coperture in eternit sono state stimate in oltre 2.500 metri quadrati e  che i siti  investigati, sono ubicati nei pressi dell’abitato della frazione di Corvaro. Gli accertamenti effettuati  dal personale del Corpo Forestale dello Stato di Borgorose hanno consentito di denunciare alla Procura della Repubblica di Rieti, due persone ritenute coinvolte nei fatti, ipotizzando reati relativi alla normativa sui rifiuti considerato che già dal 2014 il Comune di Borgorose  aveva emesso Ordinanze di ripristino dello stato dei luoghi e/o di messa in sicurezza dell’area. 

Più letti oggi

il punto
del direttore