Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 09:59

RIETI

"Spese pazze" in Regione, Lidia Nobili a processo

Lidia Nobili

Un ex consigliere regionale del Pdl prosciolto e tre rinviati a giudizio tra cui Lidia Nobili. Si è chiusa, davanti al gup di Roma Elisabetta Pierazzi, l'inchiesta per truffa e peculato, nata a Rieti, legata a una serie fatture gonfiate e di spese "pazze" con uso di denaro pubblico ai tempi della giunta guidata da Renata Polverini. Il proscioglimento ha riguardato l'ex consigliere Carlo De Romanis, mentre a processo sono finiti gli ex colleghi Lidia Nobili, Romolo Del Balzo e Stefano Galetto. Sul banco degli imputati figureranno, a partire dal 16 gennaio 2016, anche tre rappresentanti legali di società (tra cui il reatino Paolo Campanelli) che avrebbero beneficiato di finanziamenti pubblici non dovuti. Gli accertamenti, svolti a Roma, dal pm Alberto Pioletti e dall'aggiunto Francesco Caporale, traggono spunto dalle dichiarazioni dell'ex capogruppo del Pdl alla Pisana, Franco Fiorito, detto il "Batman di Agnani", condannato in primo grado a 3 anni e 4 mesi per peculato in relazione all'appropriazione di oltre un milione di euro dai fondi del gruppo regionale.

Più letti oggi

il punto
del direttore