Cotral

RIETI

"Utenti e lavoratori abbandonati da Regione e Cotral"

15.09.2015

0

Con l’estate che sta finendo tornano di attualità i problemi di sempre legati al trasporto pubblico. Ad accendere di nuovo i riflettori ci pensano Caringi (Filt Cgil) e Meli (Fit Cisl) che tornano a denunciare “il completo abbandono di utenti e lavoratori della Provincia da parte della Regione Lazio e di Cotral”. Secondo le parti sociali “tutti i proclami e le promesse fatte prima dell'estate sono risultate chiacchiere, di fatto ancora niente vetture nuove e, a differenza di altri territori, nessuna assunzione. Ci si ostina a mantenere in essere la sperimentazione domenicale e festiva che doveva terminare i primi di giugno, mantenendo lo scambio “gomma-ferro” presso la stazione di Passo Corese, scelta inutile dannosa ed anti economica. I fatti dell'ultima domenica - continuano - lo dimostrano ampiamente, con gli autobus costretti a dirigersi a Roma in assenza di collegamento ferroviario. L'assessore regionale si era impegnato, presso l'aula consiliare di Rieti, ad aprire un confronto con i sindacati e i pendolari al termine delle cinque domeniche di sperimentazione. Le promesse di assunzioni, l'acquisto di nuove vetture e l'insediamento nel nuovo deposito, pronto già da settembre 2014, sono rimaste lettera morta. In questo contesto di sperperi e di mancanza di progetti, si pensa bene di sospendere una buona parte del servizio con direzione: Poggio Bustone, Cantalice, Morro, Greccio, L'Aquila, Toffia, Antrodoco, Amatrice etc, e i collegamenti Osteria Nuova-Poggio Moiano, buona parte delle corse zona Fiano Romano e Casperia oltre ai consistenti tagli previsti per la zona di Borgorose di Collegiove e di Monterotondo con sospensione di partenze anche sulla tratta Rieti Roma Rieti. In questo contesto - concludono Caringi e Meli -, relativamente ai problemi descritti, è urgente l'apertura di un tavolo di confronto con tutte le parti in causa, al fine di ripristinare una maggiore attenzione nei riguardi del sistema trasporti del nostro territorio”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...