Cerca

Lunedì 16 Gennaio 2017 | 11:42

RIETI

Cuore Piccante Cocktail Contest, sfida tra barman emergenti

Cuore Piccante Cocktail Contest, sfida tra barman emergenti

Una sfida tra barman emergenti che diventa spettacolo oltre che una vetrina importante per consolidare le proprie professionalità in un settore economico che può contrastare la crisi puntando su innovazione e creatività. Questa l’essenza della quinta edizione del concorso “Cuore Piccante cocktails contest” riservato ai pubblici esercizi ed ai liberi professionisti organizzato dalla Fipe provinciale, la Federazione italiana pubblici esercizi di Confcommercio Imprese per l’Italia con il patrocinio della Camera di Commercio di Rieti svoltosi in Piazza Mazzini in concomitanza con l’appena conclusa Fiera campionaria mondiale del peperoncino che ha animato il capoluogo dal 27 al 30 agosto.

Il concorso, presentato da Saveria Fagiolo, ha visto esibirsi cinque concorrenti – Gloria Pensi (Ristorante trattoria Vacunea di Bacugno), Diego Fabbro (Marinelli Caffè), Emanuele Angeletti (Café Rigodon), Antonio Tittoni (Depero Club) e Francesco Cimmini (John Silver wine bar) – davanti ad una giuria composta dal presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini, dal Segretario generale dell’Ente camerale, Giancarlo Cipriano, dal presidente della Fipe provinciale, Domenico Napoleone, e, per la parte tecnica, gli esperti Massimo Gilardi e il barman di levatura internazionale Claudio Ciaramelletti. Vincitore per la categoria “Long drink” è risultato Emanuele Angeletti, mentre il primo premio per la categoria “Chupito” è andato a Francesco Cimmino.

“Un concorso che ha visto cimentarsi giovani barman che hanno dimostrato grande cultura e preparazione, oltre che particolare attenzione all’origine delle materie prime dei loro cocktail, il tutto nell’ambito di creazioni realizzate e presentate con effetti scenici curiosi degni di vere e proprie “sculture da bere”, ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini.

Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della Fipe Provinciale, Domenico Napoleone, che ha sottolineato l’elevato livello professionale dei concorrenti che sono stati valutati sulla base dei tre elementi “presentazione”, “gusto” e “originalità” dei loro cocktail ed il successo registrato dalla manifestazione.

Più letti oggi

il punto
del direttore