simone petrangeli

RIETI

Rete Civica avverte il sindaco: "Pronti a staccare la spina"

30.08.2015 - 15:54

0

Si sentono scricchiolii sempre più sinistri nell’impalcatura che sorregge l’amministrazione Petrangeli. I malumori tra il Pd e l’ala più radicale della Sinistra continuano ad essere d’attualità così come le liti ch a quanto pare adesso si consumano alla luce del sole. L’ultima delle quali, appunto, legata alla gestione degli asili nido di viale Maraini e Villa Reatina, aveva addirittura visto la giunta Petrangeli etichettare con il termine “ridicoli” i consiglieri comunali di maggioranza Daniele Maffei e Ilaria Barbante. Un insulto rimasto indigesto e che ha di fatto svincolato dalla maggioranza i due consiglieri adesso “liberi di votare solo e soltanto quei provvedimenti che riterremo opportuni per la città e saremo vigili nei confronti di tutto ciò che l'Amministrazione Comunale potrà porre in essere”.
Insomma, arrivederci e buonanotte ai suonatori. E gli effetti politici di quel “ridicoli” vergato sul comunicato stampa si cominciano a vedere a distanza di qualche ora.
A scendere in campo e ad “avvisare” il sindaco è Mario Pompei, coordinatore di Rete civica dei cittadini, in consiglio comunale rappresentata dal consigliere Daniele Maffei. “Esprimo il mio sostegno personale e politico alla battaglia che, da tempo, il nostro consigliere comunale di riferimento, Daniele Maffei, insieme ad altri colleghi d'Aula sta conducendo per migliorare l'attività amministrativa del capoluogo - fa sapere dichiara il coordinatore Led di Rieti, componente del Pd, Mario Pompei -, impegno tutto orientato avendo come faro la vicinanza ai cittadini nonostante i noti problemi economici e di contesto. Personalmente però, sono contrario all'accanimento terapeutico; ogni estate ci ritroviamo a parlare di temi che purtroppo questa amministrazione non riesce a mettere in campo. O si cambia marcia davvero questa volta o si stacca la spina: terze soluzioni non sono più possibili - tuona Pompei -. Rieti merita di ritrovare la forza per tornare ai tavoli regionali e nazionali, perché è solo lì che una certa dimensione di problemi può trovare soluzione. Senza forza e autorevolezza a livello locale - conclude Mario Pompei, coordinatore di Rete Civica dei cittadini - non potrà mai esserci attenzione e non saremo mai considerati affidabili, come territorio, da qualsiasi livello superiore di governo”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Rigopiano, la tragedia il 18 gennaio 2017: morirono 29 persone

Rigopiano, la tragedia il 18 gennaio 2017: morirono 29 persone

Roma, (askanews) - Rigopiano, un anno dopo. Il 18 gennaio segna la data della tragedia avvenuta nel comune di Farindola, in Abruzzo, quando una slavina si è staccata da una cresta sovrastante e ha investito l'albergo Rigopiano-Gran Sasso Resort. Morirono 29 persone. In queste immagini, diffuse dal Soccorso Alpino, si ripercorre la tragedia, ma anche i salvataggi degli uomini impegnati nelle ...

 
Al teatro Flavio Vespasiano "Il berretto a sonagli" di Pirandello

RIETI

Al teatro Flavio Vespasiano "Il berretto a sonagli" di Pirandello

Matinée per le scuole e spettacolo serale per uno dei capolavori di Luigi Pirandello, “Il berretto a sonagli”, commedia, quella che andrà in scena al Flavio Vespasiano, ...

17.01.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018