Cerca

Martedì 17 Gennaio 2017 | 14:07

RIETI

Arretrati non pagati per l'uso del palaSojourner, la Provincia diffida la Npc. Cattani: "Ritiro la squadra dalla A2"

Palasojourner

Cattani pronto a ritirare la squadra dalla A2. La “bomba” deflagra nella tarda mattinata di un (apparente) tranquillo lunedì post ferragostano. “E’ vero quel che hanno detto – afferma il patron della Npc Giuseppe Cattani al Corriere di Rieti – ritiro la squadra dal campionato”. Così parte un giro di telefonate nel tentativo di saperne qualche cosa in più. L’assessore allo sport del Comune di Rieti, Di Fazio, afferma: “mi è stato detto che in mattinata Cattani ha ricevuto una diffida dalla Provincia, ma altro per il momento non so. Sto tentando di contattarlo, ma non riesco”. Luciano Nunzi, il coach della NPC, lo “special one” che ha restituito Rieti ai palcoscenici cestistici che merita è ignaro di tutto. “Con Peppe (Cattani, ndr) ci siamo sentiti per sms in mattinata – asserisce Nunzi – e, per dire il vero, ho percepito una certa freddezza nei toni. Però questa notizia mi coglie alla sprovvista”. Finalmente un sms giunge al presidente della Provincia Giuseppe Rinaldi che in merito risponde: “sono all’estero: no comment!”. Incalzato che dimostra di sapere della diffida, Rinaldi si apre almeno in parte: “Cattani sapeva che, secondo il dirigente c’erano degli arretrati da pagare…e senza ogni volta drammatizzare”, rimarca il numero uno di palazzo d’oltre Velino. “Cattani contesti le somme richieste”, conclude Rinaldi. “Si, è vero – afferma il dirigente Abruzzese – abbiamo diffidato formalmente il presidente Cattani e la NPC a corrispondere all’ente Provincia gli arretrati per la locazione del PalaSojourner relativi agli ultimi due anni in occasione dei quali la NPC ha usufruito della struttura. Cattani era a conoscenza dell’esistenza di questo debito che noi abbiamo iscritto a bilancio e che dobbiamo riscuotere. Se Cattani non è d’accordo che contesti il pagamento richiesto come ritiene opportuno”.

LA REPLICA DELLA PROVINCIA - "L'esistenza di una procedura di ricognizione di eventuali posizioni debitorie accumulate nelle scorse stagioni dalla Npc Rieti nei confronti della Provincia di Rieti in merito all'utilizzo del PalaSojourner, era ben nota alle parti tanto da essere oggetto di precedenti incontri - fa sapere una nota della Provincia di Rieti -. L'Amministrazione provinciale, come d'obbligo, sta ponendo in essere tutti gli atti necessari per la salvaguardia di un patrimonio, che è bene ricordare, dell'intera comunità e in quest'ottica che devono essere viste le comunicazioni intercorse tra gli uffici provinciali e la società di basket. Se, come sempre sostenuto dalla società di basket, tali somme non sono dovute in quanto già pagate, oppure non sono state rispettate modalità amministrative che vedevano in Risorse Sabine il soggetto legittimato alla richiesta, la Npc potrà presentare tutte le osservazioni volte a contestare quanto richiesto e la Provincia da parte sua è pronta ad esaminarle ed eventualmente ad accoglierle".

 

Più letti oggi

il punto
del direttore