ex snia viscosa

RIETI

Ex Snia Viscosa, Democrazia Solidale chiede chiarezza al sindaco

0

Democrazia Solidale torna sulla questione dell'ex aree industriali ed in particolare sulla ex Snia Viscosa. "Nel guardare uno dei cancelli dell’ex Snia Viscosa, spicca il “tabellone di cantiere” che informa inequivocabilmente che a oggi siamo a meno zero, cioè prima di “caro amico”. Viene spontaneo chiedersi che cosa stia succedendo e quale sia lo stato dell’arte dopo il fragore di rumorose iniziative e annunci che hanno coinvolto la città - si chiede in unanota Democrazia Solidale -. Per evitare inutili e approssimative ipotesi chiediamo al sindaco puntuali notizie, atteso che l’Amministrazione Comunale, non è estranea a tale vicenda, quant’anche riguardi terreni di proprietà privata, poiché, attraverso un “protocollo di intesa” ha preso concretamente parte all’iniziativa assumendo concreti impegni. Sempre al fine di avere contezza, quali cittadini, ed anche per certificare la più volta sbandierata trasparenza chiediamo al sindaco di pubblicare il citato “protocollo d’intesa”. La pubblicazione di tale documento, ci è stata più volte nel tempo, richiesta. Le aree interessate dall’ex attività industriale, come sappiamo, dovrebbero svolgere un ruolo importante nel processo di sviluppo e trasformazione del territorio e la politica, insieme alle altre forze sociali - conclude Democrazia Solidale di Rieti -, devono accompagnare e garantire l’adeguato e condiviso percorso necessario al raggiungimento degli obiettivi individuati".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...