San Camillo de' Lellis

RIETI

De'Lellis, bando di concorso per tre nuovi primari

0

Dopo 10 anni si avviano concorsi nazionali per individuare 34 nuovi primari nella sanità del Lazio. Andranno a coprire i posti vacanti alla guida di unità complesse negli ospedali della regione, soprattutto nell'area dell'emergenza, la cui operatività oggi è assicurata da professionisti con incarichi provvisori e individuati senza concorso. L'operazione avviene dopo l'adozione dell'Atto aziendale che, ridefinendo servizi e relativo fabbisogno ottimale di personale, ha permesso l'aprirsi di questa stagione di concorsi. Il decreto che autorizza l'assunzione di medici direttori di struttura complessa è stato firmato dal presidente Nicola Zingaretti ed ha interessato tutte le Asl delle province. L'ultimo provvedimento che prevede l'assunzione di ulteriori 70 unità di personale è stato firmato nei giorni scorsi. Sale così a 283 il numero delle deroghe autorizzate dalla Regione per assunzioni a tempo indeterminato di medici, infermieri e tecnici nelle Asl e negli ospedali del Lazio, il triplo di quelle concesse nel 2014 e che sono state 92.
“Il provvedimento sui primari risponde alle esigenze più urgenti e non rinviabili poste dalle Aziende sanitarie e ospedaliere del Lazio - sottolinea il presidente Zingaretti - l'attenzione è stata posta soprattutto al reperimento delle figure professionali apicali necessarie per garantire il funzionamento di servizi essenziali per la sanità del Lazio. Le figure dirigenziali saranno reperite attraverso concorsi nazionali. Inoltre, queste assunzioni si aggiungono alle 178, sempre a tempo indeterminato, relative a medici e infermieri già autorizzate nei primi sette mesi del 2015, arrivando a quota 283, tre volte in più di quelle autorizzate nell'intero 2014”. Per quanto riguarda Rieti i concorsi riguarderanno Medicina e Chirurgia d'Accettazione e d'Urgenza, Ostetricia e Ginecologia, Centro di Salute Mentale.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...