Solsonica

RIETI

Solsonica-Gala, i lavoratori chiedono il rispetto dell'accordo

14.07.2015

0

Il futuro di Gala, l'azienda  arrivata nel Reatino per prendere forma dalle spoglie di Solsonica, crea non poche preoccupazioni a lavoratori e Rsu che sono tornate in prima fila per chiedere certezze. Evidenziata la propria caparbietà nell'ottenere l'incontro tenutosi la scorsa settimana, i rappresentanti dei lavoratori interni all'azienda sono tornati a invocare il rispetto dell'accordo. Diversi gli argomenti all'ordine del giorno che sono stati rimarcati: "Dei 10 dipendenti passati a Gala tech a tempo indeterminato, solo 3 sono stati assunti nella sede di Rieti, il resto ha come sede di lavoro Roma. L' accordo era stato fatto per far ripartire la produzione nella nostra azienda e quindi anche l' occupazione dei sopracitati dipendenti doveva avvenire nello stabilimento di Rieti". Ma non solo. "L' accordo prevedeva la riaccensione della linea produttiva a inizio maggio, ora siamo a metà luglio e ancora l' azienda è ferma e tutti i lavoratori sono a casa, inoltre lo slittamento dei tempi di ripartenza sicuramente ritarderà i progetti che avrebbero permesso la riassunzione di tutti i dipendenti. Questo significa aumentare notevolmente il rischio che alla fine del periodo della Cigs ci siano lavoratori non ancora reintegrati da Galatech". In risposta ai dubbi rappresentati, dicono i lavoratori, "l'amministratore delegato di Galatech ha fatto sapere che le 10 persone assunte, a meno del commerciale, torneranno tutte a Rieti.

IL SERVIZIO COMPLETO NELL'EDIZIONE DEL CORRIERE DI RIETI IN EDICOLA MERCOLEDì 15 LUGLIO

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli