Cerca

Venerdì 24 Febbraio 2017 | 20:22

PASSO CORESE

Droga, sgominata organizzazione internazionale con base dello spaccio in Sabina

Droga, sgominata organizzazione internazionale con base dello spaccio in Sabina

La base di una delle più grandi e ramificate reti di spaccio di droga italiane alle porte della Sabina. Basisti albanesi al servizio della potente cosca calabrese Mancuso di Limbadi, che avevano messo radici a Fiano Romano, paese della Sabina romana situato a due passi dalla provincia di Rieti. Da lì partiva gran parte del carico che l’organizzazione poi smerciava verso il Nord d’Italia e d’Europa, ma anche sulle piazze locali e in direzione Roma, un business milionario gestito dalla ‘ndrangheta di Vibo Valentia attraverso una fitta rete di rapporti internazionali. Sarebbero oltre 600 i chili di cocaina sequestrati all’interno dell’operazione condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro; è da lì che nel 2005 è partita la lunga e complessa indagine che dopo 10 anni di intercettazioni, pedinamenti, e l’utilizzo di infiltrati nell’organizzazione ha portato all’arresto di 44 persone in tutta Italia e in altri paesi d’Europa e del Sudamerica.

 

IL SERVIZIO COMPLETO NELL'EDIZIONE DEL CORRIERE DI RIETI IN EDICOLA VENERDI' 10 LUGLIO 

Più letti oggi

il punto
del direttore