Cerca

Mercoledì 18 Gennaio 2017 | 10:59

RIETI

Asm, opposizione all'attacco: "Un futuro sempre più a tinte fosche"

ASM RIETI

I consiglieri d'opposizione Luigi Gerbino, Andrea Sebastiani e Sonia Cascioli tornano alla carica sulla situazione di Asm e si difendono dalle accuse di alimentare quel fastidio viziaccio tutto italiano del 'tanto peggio, tanto meglio'. I tre sostengono, in realtà, che Asm “avrebbe potuto essere il fiore all’occhiello della città e invece oggi si ritrova sull’orlo del baratro” e che su questo presupposto basano le loro denunce, finalizzate “ad evitare che l'Azienda continui a vivere nell'incertezza di proroghe illegittime e talmente brevi da non consentire una programmazione”. Ritengono “innegabile” il fatto che gli ultimi tre anni di Asm siano stati vissuti “senza mettere al riparo concretamente dalle insidie del mercato più di duecento lavoratori” e non hanno dubbi neanche sulle “responsabilità” di chi avrebbe determinato l'attuale situazione. Il futuro che i tre consiglieri tratteggiano è a tinte fosche. Ricordano, infatti, che Asm nel 2013 e 2014 ha perso i servizi di taglio erba, raccolta foglie e pulizia caditoie, i servizi di igiene urbana dei Comuni di Accumoli, Amatrice, Posta, Torricella, Poggio Nativo, Mompeo e Cittaducale e annunciano che “a breve” perderà “anche i servizi cimiteriali e lo scuolabus” di Rieti. Insomma, per gli esponenti del centrodestra comunale “l'operazione” che si sta compiendo è quella dello “svuotamento dell'Azienda” che riduce “le possibilità che essa possa garantirsi un futuro”. 

IL SERVIZIO COMPLETO NELL'EDIZIONE DEL CORRIERE DI RIETI IN EDICOLA GIOVEDI' 9 LUGLIO

Più letti oggi

il punto
del direttore