stadio scopigno - testimoni di geova

RIETI

Seimila Testimoni di Geova a congresso: stadio Scopigno tirato a lucido dai volontari

08.07.2015 - 22:00

0

Tutto pronto ormai per il Congresso dei Testimoni di Geova "Imitiamo Gesù!" in programma venerdì, sabato e domenica allo Stadio Centro D’Italia – Manlio Scopigno di Rieti: quasi cinquecento i volontari che domani , giovedì, saranno impegnati per le pulizie generali dello stadio e gli ultimi allestimenti in vista dell’appuntamento che vedrà presenti oltre seimila delegati. I 500 testimoni reatini faranno da padroni di casa ai 1500 delegati provenienti da Terni, ai 700 provenienti da Viterbo e ai quasi 3500 provenienti  da Roma Nord e dalla Sabina. Il programma della tre-giorni, ospitata più che calorosamente dalla città di Rieti, prevede come sempre un approfondimento sull’estrema "modernità" dei temi  biblici. Al centro di tutto, Gesù Cristo, preso come modello, e il suo insegnamento. Più che mai interessante sarà l’analisi del famoso Sermone del Monte: si scoprirà come il fascino e l’importanza di quel messaggio sono oggi più che mai attuali. Parole e pensieri  utili – e pratici – per affrontare i tanti problemi, della famiglia in particolare, della società in generale. I lavori dei tre giorni inizieranno alle 9.20 per concludersi venerdì e sabato alle 17 e domenica alle 16. L’ingresso è gratuito. Quello in programma a Rieti è uno degli 89 congressi organizzati dai Testimoni di Geova per questa estate in Italia. Tra questi, 19 saranno tenuti in altre lingue: come il polacco, il romeno, l’arabo, l’albanese, il cinese, il russo, addirittura il twi (parlato in Costa d’Avorio) e la  LIS, la lingua italiana dei segni. I testimoni di Geova in Italia sono oltre 250 mila, organizzati in più di tremila congregazioni. Nel mondo sono oltre otto milioni, presenti in quasi 240 Nazioni. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Un francese lancia da Yalta l'idea di un club amici della Crimea

Un francese lancia da Yalta l'idea di un club amici della Crimea

Yalta, (askanews) - Viene da un francese l'idea di fondare un club degli amici della Crimea: una specie di associazione contraria alle sanzioni decise dalla Ue per la crisi Ucraina, entrate in vigore dopo l annessione della penisola da parte della Russia. Il luogo prescelto per lanciare l'iniziativa è palazzo Livadija: questo piccolo castello è stato prima la residenza estiva dell'ultimo zar di ...

 
Crisi Alitalia: Lufthansa tarpa le ali a ipotesi di salvataggio

Crisi Alitalia: Lufthansa tarpa le ali a ipotesi di salvataggio

Colonia, Germania (askanews) - Lufthansa tarpa le ali a ogni possibilità di salvataggio Alitalia. La principale compagnia aerea tedesca ha seccamente smentito qualsiasi ipotesi di essere intenzionata a rilevare l'azienda italiana. "Non ci apprestiamo ad acquistare Alitalia", ha dichiarato il direttore finanziario Ulrik Svensson in merito alle indiscrezioni di stampa che parlavano di un ...

 
Eliseo 2017, Marine Le Pen: Macron amico delle grandi banche

Eliseo 2017, Marine Le Pen: Macron amico delle grandi banche

Le Grau-du-Roi, Francia (askanews) - La candidata del Front national Marine Le Pen, nel corso della campagna elettorale per il ballottaggio delle presidenziali francesi, è uscita in mare con alcuni pescatori di Grau-du-Roi, comune del dipartimento del Gard nella regione della Linguadoca-Rossiglione per riaffermare l'intenzione di non lasciare a un trader rampante la possibilità di spazzare via la ...

 
Gentiloni: Brexit non è stata miccia per implosione della Ue

Gentiloni: Brexit non è stata miccia per implosione della Ue

Roma (askanews) - "Coloro che temevano o speravano che la Brexit sarebbe stata la miccia per l'implosione dell'Ue si sono sbagliati: le cose non sono andate così". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni durante le comunicazioni in aula alla Camera in vista del consiglio europeo di sabato su Brexit. "Questo non significa affatto sottovalutare l'importanza di Brexit ma significa registrare il fatto ...

 
Elton John ha rischiato di morire

Rara infezione

Elton John ha rischiato di morire

Elton John ha rischiato di morire per una rara infezione contratta mentre era in tour in Sudamerica. Lo fa sapere il portavoce del cantante inglese, che si è sentito male la ...