festa della repubblica Rieti

RIETI

Le celebrazioni per il 69° anniversario della Fondazione della Repubblica

01.06.2015 - 22:26

0

Martedì 2 giugno, si svolgeranno a Rieti, come di consueto, le celebrazioni per il 69° Anniversario della Fondazione della Repubblica che, quest’anno, assume un significato particolare per la concomitanza con le ricorrenze del Centenario della Prima Guerra Mondiale e del 70° Anniversario della Liberazione. Alle ore 10, in piazza Mazzini, alla presenza delle massime Autorità militari, civili e religiose, avrà luogo la cerimonia dell’Alzabandiera ed il Viceprefetto Vicario Reggente, dott. Paolo Giovanni Grieco, deporrà una corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti. A partire dalle ore 11, in piazza Cesare Battisti, si svolgerà la cerimonia ufficiale, che si aprirà con il passaggio in rassegna dello schieramento delle rappresentanze militari e civili, dei Gonfaloni dei Comuni e dei Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e con la lettura del messaggio del Capo dello Stato da parte del Viceprefetto Vicario, Grieco che rivolgerà poi il suo saluto alla cittadinanza, al quale seguirà la lettura, a cura degli studenti dell’Istituto Magistrale Statale di Rieti “Elena Principessa di Napoli”, di alcune poesie e brani sulla Prima Guerra Mondiale e sul 70° della Liberazione; gli studenti del Liceo Classico “Marco Terenzio Varrone” leggeranno invece brani tratti da “La Repubblica - Politeia” di Platone e dal “Discorso sulla Costituzione” di Piero Calamandrei. Si procederà quindi alla consegna della Medaglia d’Onore concessa ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti, rilasciata alla memoria al Signor Vincenzo Albrizio, mentre verranno insigniti dell’Onorificenza di “Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana” i Signori Luigi Bernardinetti, Paolo Mei e Bruno Russo. Chiuderà la manifestazione la Banda di Lisciano, diretta dal maestro Moreno Pentuzzi, con l’esecuzione di alcuni brani. Per la ricorrenza della Festa della Repubblica verrà allestita, inoltre, nel salone di rappresentanza del Prefettura, la mostra dal titolo “Repubblica e Costituzione”, curata dall’Archivio di Stato di Rieti. La mostra resterà aperta martedì 2 giugno dalle ore 9 alle 13.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Barcellona, il giornalaio della Rambla: viviamo in un mondo così

Barcellona, il giornalaio della Rambla: viviamo in un mondo così

Barcellona, (askanews) - E' il primo chiosco sulla Rambla, proprio dove il furgone dei terroristi è entrato nell'arteria di Barcellona falciando la folla. Il racconto del giovane giornalaio argentino che ha visto la scena: "Ero dentro il chiosco e ho sentito un rumore strano, mi sono affacciato a guardare ed era il furgone che passava qui davanti investendo la gente. Veniva da laggiù, e poi è ...

 
Cappello bianco, vestitino fiorito: Madonna per le vie di Lecce

Cappello bianco, vestitino fiorito: Madonna per le vie di Lecce

Roma, (askanews) - Passeggiata tra turisti increduli per Madonna al Duomo di Lecce. La popstar si trova in Salento, infatti, per festeggiare il syuo 59esimo compleanno e non poteva mancare una visita alle bellezze barocche della "Firenze del Sud". "Ciao Madonna", "Ma è Madonna veramente?": lo stupore dei passanti e fan che hanno immortalato con iphone e tablet l'Icona del pop. I video sono stati ...

 
Alla Rambla fiori e messaggi. Lutto nelle vetrine dei negozi

Alla Rambla fiori e messaggi. Lutto nelle vetrine dei negozi

Barcellona, (askanews) - La Rambla torna a essere piena di gente, turisti e spagnoli, all'indomani del terribile attentato che ha colpito il cuore di Barcellona. I negozi mostrano ancora il segno di lutto e di dolore per le vittime. Come Disegual che, contrariamente a quanto avviene normalmente con una vetrina ricca di colori, mostra questa volta in vetrina un grande fiocco nero in segno di lutto....

 
Capo Centro islamico Legnano: non musulmano chi uccide innocenti

Capo Centro islamico Legnano: non musulmano chi uccide innocenti

Milano, (askanews) - Non è un musulmano chi ammazza innocenti. Lo ripete senza ombra di dubbi Hamid Arifi, il responsabile del Centro Islamico d Legnano, il paese di origine di Bruno Gulotta morto nell'attentato terroristico di Barcellona. L'abbiamo incontrato subito dopo la preghiera del mattino, nel centro che si trova proprio tra l'abitazione di Gulotta e l'azienda dove lavorava, in via XX ...

 
Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Gossip

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Laura Freddi sarà mamma all'età di 45 anni. Lo rivela il settimanale 'Chi', che nel numero in edicola da oggi pubblica le immagini della showgirl in dolce attesa. La diretta ...

16.08.2017

Concerto pianistico di Emanuele Stracchi al Terminillo

RIETI

Concerto pianistico di Emanuele Stracchi al Terminillo

Il 17 Agosto presso l’Auditorium della Chiesa di S. Francesco al Terminillo si terrà un Recital del pianista Emanuele Stracchi, in prima serata alle ore 21.30: una serata ...

15.08.2017