Accordo Comune-Saba Italia per facilitare la sosta ai pendolari Cotral

RIETI

Accordo Comune-Saba Italia per facilitare la sosta ai pendolari Cotral

26.05.2015 - 21:33

0

In risposta al punto dell’ordine del giorno presentato in Consiglio comunale dalla maggioranza, circa lo scambio intermodale gomma-rotaia e relativo alla disponibilità di parcheggi per i pendolari nella zona della Stazione ferroviaria di Rieti, l’assessore alla Mobilità, Carlo Ubertini, ha annunciato la formalizzazione di un accordo con Saba Italia che consentirà ai pendolari Cotral la sottoscrizione di un abbonamento di scambio dal costo vantaggioso. L’accordo prevede un abbonamento mensile di 35 euro, tanto per il parcheggio coperto quanto per i parcheggi blu presenti in piazza Berlinguer, dalle 5.30 fino all’orario di arrivo dei pullman.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Webnotte speciale, il diario d'amore di Michele Bravi

Webnotte speciale, il diario d'amore di Michele Bravi

In diretta dall'Unicredit Pavillon di Milano, dove si tiene l'evento "Tempo di libri", Michele Bravi ha cantato per il pubblico del web show di Assante e Castaldo. Il giovane di Città di Castello, 22 anni, è il vincitore della settima edizione del talent "X Factor" e si è classificato quarto all'ultimo festival di Sanremo con il brano "Il diario degli errori"

 
A Parigi scontri fra antifascisti e polizia dopo il voto

A Parigi scontri fra antifascisti e polizia dopo il voto

Milano (askanews) - La giornata elettorale francese si è conclusa con una manifestazione degenerata in scontri con la polizia, intorno a Place de la Republique, organizzata da antifascisti e anticapitalisti che sono scesi in piazza contro Marine Le Pen, ma anche contro Macron in una contestazione generale dei due candidati che hanno superato il primo turno, considerati rappresentanti di un potere ...

 
Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...