snia viscosa

RIETI

Hack-Rieti, gara di idee tra gli studenti reatini

25.05.2015

0

Nell'ambito della strategia di sviluppo “Next Rieti”, pensata a partire dalla riqualificazione dell'area ex Snia Viscosa e elaborata nel corso della residenza di co-progettazione NextRieti, si terrà oggi Hack-Rieti, il primo hackathon civico completamente dedicato al mondo della scuola. Una gara di idee che vedrà protagonisti gli studenti reatini. Obiettivo di Hack-Rieti è stimolare l'attitudine alla partecipazione civica dei ragazzi reatini, generare in loro maggiore fiducia nelle proprie capacità e idee. Ma anche misurarli su sfide legate alla progettazione territoriale. I partecipanti avranno la possibilità di lavorare fianco a fianco con alcuni progettisti di Next Snia Viscosa e con i membri del gruppo di coordinamento e facilitazione di Rena. Hack-Rieti sarà una “maratona” progettuale in cui i ragazzi, divisi in team eterogenei, dovranno collaborare per rispondere ad alcune sfide territoriali e locali che saranno illustrate prima. Rappresenta una formula veloce e concreta, per favorire un primo passo nella direzione indicata nel strategia "Next Rieti, connettere, trasformare, crescere": un percorso di innovazione sociale e economica per dare nuova energia, nuove connessioni, nuove capacità. Hack-Rieti vuole diventare uno degli esempi virtuosi per l'innesco di processi innovativi di carattere partecipativo, in cui gli attori protagonisti, i giovani di Rieti, diventano attivi nella costruzione ed evoluzione della città. All'iniziativa parteciperanno 160 studenti del penultimo anno della scuola secondaria superiore. 15 docenti, 15 mentor provenienti da Rena e i progettisti di Next Rieti accompagneranno i ragazzi durante tutte le fasi dell'hackathon che si svolgerà presso la Sala dei Cordari. Saranno premiati i vincitori del concorso “Una ferita, un'opportunità. Rieti e l'ex Snia Viscosa”, indetto per l'anno scolastico 2014/2015.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...