Serpenti in albergo: momenti di paura per due coniugi

RIETI

Serpenti in albergo: momenti di paura per due coniugi

20.05.2015

0

Incontri ravvicinati non proprio del terzo tipo ma comunque indesiderati per due ospiti di un albergo cittadino. Moglie e marito, infatti, mentre stavano uscendo si sono imbattuti in due lunghi serpenti che strisciavano lungo il pavimento: alla vista dei rettili sono scappati via terrorizzati rinchiudendosi nella loro camera. Immediatamente hanno segnalato l’inquietante e pericolosa presenza al responsabile della struttura e contemporaneamente hanno chiamato i vigili del fuoco che sono intervenuti prontamente. Le ricerche hanno portato alla cattura di uno dei due serpenti mentre dell’altro si sono invece perse le tracce probabilmente perché forse riuscito a dileguarsi nella folta vegetazione che circonda l’albergo che, attualmente, ospita anche diversi rifugiati. Solo una volta rassicurati della cattura del serpente (probabilmente una biscia) i due malcapitati ospiti protagonisti dell’incontro fin troppo ravvicinato, hanno deciso di uscire dalla loro camera dove si erano rinchiusi perché terrorizzati. “Siamo ancora spaventati – hanno detto moglie e marito – perché non ci aspettavamo di certo di imbatterci in due serpenti all’interno dell’albergo. Probabilmente i due rettili sono arrivati fin qui approfittando della fitta vegetazione che si è formata nelle proprietà vicine. Ringraziamo comunque i vigili del fuoco che sono prontamente intervenuti alla nostra segnalazione ma d'ora in avanti guarderemo bene intorno ogni volta uscire dalla nostra camera”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli