stazione granicoltura strampelli

RIETI

Ex Snia Viscosa e Istituto Nazareno Strampelli sinergie per il rilancio del territorio

10.05.2015 - 10:04

0

Con la seconda giornata di “NexT Snia Viscosa”, dedicata alla Terra, si è entrati nel vivo della fase di residenza. Il team di co-progettazione ha infatti visitato dapprima l’area della ex Snia Viscosa, per poi recarsi presso l’Istituto Nazareno Strampelli. Dopo una visita conoscitiva, in cui si è passato in rassegna la storia dell’istituto di ricerca e della figura di Nazareno Strampelli, c’è stato un importante momento di confronto a cui hanno partecipato alcuni rappresentanti del mondo istituzionale, a dimostrazione del forte interesse intorno ad uno degli asset strategici del territorio. Al workshop, moderato da Andrea Di Benedetto, vicepresidente CNA, hanno infatti partecipato Roberto Reggi, Direttore Agenzia del Demanio, Salvatore Parlato, Commissario straordinario del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CRA), Alessandro Ruggieri Rettore Università degli Studi della Tuscia, Francesco Russo Presidente RENA, Alessandro Fusacchia Capo di Gabinetto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Simone Petrangeli Sindaco di Rieti, Fabio Melilli componente V Commissione bilancio, tesoro e programmazione della Camera dei Deputati, Fabio Refrigeri Assessore Infrastrutture, Politiche abitative e Ambiente della Regione Lazio. Durante il workshop è emerso chiaramente che l’Istituto Strampelli può e deve essere parte integrante di una idea di sviluppo dell’intero territorio, che parte proprio dal percorso di rigenerazione della ex Snia Viscosa. Secondo Reggi occorre conoscere qual è la vocazione dell’intero territorio, che va condivisa in un piano strategico realizzato da tutti gli attori coinvolti. Il piano strategico di una città, di un territorio, è fondamentale ma va realizzato da tutti. È quindi impensabile far fronte alle necessità della rigenerazione urbana solo con risorse pubbliche, ma diventa sempre più importante instaurare un rapporto virtuoso pubblico-privato.
Importanti anche le parole di Alessandro Ruggieri, Rettore Università degli Studi della Tuscia, che ha ribadito la volontà non solo di mantenere la sede reatina ma anche di rafforzarla. Chiamato in causa in tema di alta formazione e legame con il territorio, secondo Ruggieri l’alta formazione non dipende tanto dal luogo dove si fa ma dalla qualità delle persone che la fanno e dal contesto con cui ci si riesce a relazionare e da questo punto di vista oggi una università non è sostenibile se non è collegata al territorio. A questo proposito è stato ricordato il corso di Scienze della montagna, vera peculiarità di Rieti, nel quale è necessario coinvolgere anche la comunità ossia aziende, imprenditori e idee. Anche il CRA sta difendendo con orgoglio la tradizione di un personaggio come Strampelli, facendo in modo che i visitatori di Expo 2015 possano conoscere da vicino le sue ricerche. Salvatore Parlato, Commissario straordinario del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CRA), parlando dell’importanza di un centro di ricerca come lo Strampelli, ha messo in evidenza come sarà strategico concentrare le risorse e gli sforzi dei singoli attori su un progetto condiviso “Non ce la facciamo solo con qualcosa in cui si dice “qui c’è stato Strampelli”, ma dobbiamo dirgli che qui, dove c’è stato Strampelli, stiamo costruendo il futuro”.
L’Istituto Nazareno Strampelli di Rieti, istituito nel lontano 1907 come "Regia Stazione di Granicoltura" e diretta dal Prof. Nazareno Strampelli fino all'epoca della sua morte (1942), costituì, per oltre un trentennio, il centro di ricerca più famoso e produttivo al mondo per gli studi sul miglioramento genetico dei frumenti. Le varietà di grano realizzate presso le Regia Stazione consentiro di aumentare enormenente la produzione di grano, rendendo possibile il successo della "battaglia del grano".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Si apre a Istanbul il processo per la strage di Capodanno

Si apre a Istanbul il processo per la strage di Capodanno

Istanbul, (askanews) - Al via a Istanbul, nella prigione Silivri, il processo per la strage di Capodanno al Reina nightclub, dove morirono 39 persone per mano di un cittadino uzbeko. L'imputato Abdulkadir Masharipov, alla sbarra assieme ad altre 56 persone, fu catturato vivo due settimane dopo l'attacco rivendicato dall'Isis. La procura ha chiesto contro il presunto killer 49 ergastoli aggravati, ...

 
Wind Tre, on air le nuove campagne natalizie

Wind Tre, on air le nuove campagne natalizie

Roma, (askanews) - Claudia Erba, direttore Advertising Wind Tre, l'azienda guidata da Jeffrey Hedberg, ci parla delle nuove campagne natalizie di Wind e di 3 attualmente on air in tv. "Wind e di 3 sono due brand distinti ciascuno con un suo posizionamento. Mentre Wind si rivolge alle famiglie, con offerte dedicate: i giga per i più piccoli, la fibra per la linea di casa, e la telefonia mobile per ...

 
Spazio, caccia agli esopianeti: arriva un "Espresso" dal Cile

Spazio, caccia agli esopianeti: arriva un "Espresso" dal Cile

Paranal (askanews) - La caccia ai pianeti rocciosi extrasolari entra in una nuova avanzatissima fase grazie a uno strumento innovativo che promette rivelazioni sensazionali. Si chiama "Espresso" acronimo inglese che sta per Spettrografo echelle per osservazioni di esopianeti rocciosi e spettroscopia ad alta precisione ed è installato sul telescopio Vlt dell'Eso, all'Osservatorio del Paranal, nel ...

 
Semplificazioni, Pagliuca: i governi ascoltino i professionisti

Semplificazioni, Pagliuca: i governi ascoltino i professionisti

Pisa (askanews) - "Sulle semplificazioni fiscali è arrivato il momento di ascoltare i professionisti tutti i governi le annunciano ma non vengono mai applicate. Si rivolgano allora ai tecnici che sotto questo punto di vista possono fornire un contributo importante e determinante". Lo ha sottolineato il presidente di Cassa Ragionieri Luigi Pagliuca a margine del convegno nazionale "Obiettivo ...

 
teatro flavio vespasiano

RIETI

Al Flavio finale nazionale del "Gran premio della danza"

Apertura questa mattina del teatro Flavio Vespasiano per ospitare la finale nazionale della IV edizione del “Gran premio della danza”, con la direzione artistica di Steve ...

09.12.2017

Al teatro Flavio c’è “Copenaghen” di Michael Frayn

RIETI

Al teatro Flavio c’è “Copenaghen” di Michael Frayn

Questa sera (venerdì 8), alle ore 21, al teatro Flavio Vespasiano, è in programma "Copenaghen" di Michael Frayn, opera teatrale con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e ...

08.12.2017

Gad sipario aperto

RIETI

Gad Sipario Aperto in scena con “C’è mancatu un pilu”

Inizia la stagione vernacolare con la divertente commedia in due atti “C’è mancatu un pilu”, scritta da Samy Fayad e interpretata dagli attori del G.a.d. Sipario Aperto, ...

08.12.2017