"Cibo, cultura, turismo": i temi dell'Expo in Sabina

FRASSO SABINO

"Cibo, cultura, turismo": i temi dell'Expo in Sabina

03.05.2015 - 21:49

0

Taglio del nastro per Expo Rieti al mercato agricolo contadino di Frasso Sabino-Osteria Nuova. Tutto è andato ben e non era poi così scontato, visto il tanto lavoro da fare, il poco tempo per coordinare comuni, pro-loco, comitati, aziende, che mai avevano fatto fronte comune. Il padiglione con la scritta Expo si è riempito di visitatori, ogni tavolo ha esposto il meglio dei prodotti enogastronomici e della cultura in costumi locali. E’ la prima volta che, rispondendo al bando regionale in occasione di Expo, il territorio ha unito tutte le forze, tracciando un percorso nuovo il cui intento è quello di dimostrare di “essere territori capaci di futuro”, titolo del progetto di cui è capofila la Comunità Montana Salto Cicolano e dimostrare il valore della propria storia con “ReAte Well- quando il cibo è storia” di cui è capofila il comune di Rieti. I due progetti marciano insieme, hanno coagulato il meglio di ogni comune e questa esperienza dovrà proseguire, nello spirito del bando regionale, perché “è il miglior modo per porci all’esterno” ha sottolineato il consigliere regionale Daniele Mitolo, intervenuto all’inaugurazione. E non dimentichiamo che dopo Expo, ci sarà il Giubileo. “La Provincia, anche se ridimensionata, è presente – assicura il vice presidente Enzo Antonacci - cerchiamo di creare nuovi partenariati con tre nuovi gruppi di azione locale, per intercettare al meglio il Giubileo straordinario”. Gaetano Micaloni sindaco di Petrella Salto e presidente della Comunità Montana Salto Cicolano e Simone Petrangeli, sindaco di Rieti, hanno sottolineato l’importanza di questo percorso nuovo e della commercializzazione dei prodotti (l’associazione Campagna Sabina mette a disposizione spazi in via della Verdura a Rieti), annunciando una manifestazione congiunta il 9 e 10 maggio con grandi eventi, musei aperti, concerti, teatro, proposta dalla Regione Lazio. Allo storico Tersilio Leggio il compito di ricondurre tutto alla origini, perché il cibo è anche storia: “La pizza rentorta è presente già nei documenti del 1300, la prima attestazione del cacio cavallo è a Roma a Santa Maria in Vialata, la seconda è nella Valle del Farfa, la prima attestazione per il prosciutto è nei documenti del 1326 a Capradosso, la mortadella di Campotosto risale ad Amatrice, in una ricetta del 1811. Della ricetta del pasticcio di gamberi, che piaceva a San Francesco si è persa memoria. Si potrebbero ricercare, proponendo i menu francescani e benedettini”. Una buona idea per il Giubileo nella Valle Santa.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Fioccano i turisti allo zoo di Tokyo, panda Shin Shin è incinta

Fioccano i turisti allo zoo di Tokyo, panda Shin Shin è incinta

Roma, (askanews) - Allo zoo Ueno di Tokyo, un esemplare femmina di panda, Shin Shin, di 11 anni, mostra i segni della gravidanza dopo un accoppiamento con il panda maschio Ri Ri. I visitatori possono vederla e fotografarla, ma ancora solo per poche ore. "Sono venuta in particolare per vedere un'ultima volta Shin Shin, che non potrà più essere vista in pubblico da domani, perché potrebbe essere ...

 
Venezia, una fondazione per comunicare e promuovere la cultura

Venezia, una fondazione per comunicare e promuovere la cultura

Venezia (askanews) - Una nuova fondazione culturale per promuovere e salvaguardare il meglio di Venezia, la sua identità, il suo patrimonio artistico e la sua offerta culturale. Sono questi gli obiettivi che si pone la Fondazione delle Arti della città lagunare, che ha posto la propria sede nello storico Palazzetto Pisani, affacciato sul Canal Grande e sulla Dogana. Presidente e direttore ...

 
Mafia, giudice Giordano: io non invitato a celebrazioni Falcone

Mafia, giudice Giordano: io non invitato a celebrazioni Falcone

Palermo (askanews) - Venticinquesimo anniversario dalla strage di Capaci con polemica a Palermo. Alle celebrazioni per ricordare Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti di scorta uccisi il 23 maggio 1992 si è registrato un illustre assente: Alfonso Giordano, il presidente del Maxiprocesso. "Sarei stato volentieri uno spettatore perché si trattava di ricordare Giovanni ...

 
“Primavera in JAZZ”: D’Incà in doppio concerto al piccolo teatro dei Condomini

RIETI

“Primavera in JAZZ”: D’Incà in doppio concerto al piccolo teatro dei Condomini

Si terrà sabato 27 maggio 2017 con un doppio concerto alle ore 18.30 e alle ore 21.30 presso il Piccolo Teatro dei Condomini  l’ appuntamento della rassegna musicale ...

23.05.2017

“A cena con messer Boccaccio”, la cultura incontra l'enogastronomia

RIETI

“A cena con messer Boccaccio”, la cultura incontra l'enogastronomia

Il “Teatro Rigodon” di Rieti porta in scena le novelle del Decameron con l’accompagnamento musicale del gruppo ”Mattia Caroli e i Fiori del Male”.  La prima stagionale ...

22.05.2017

"La città vota", l'ironia di Luca e Germano sulle prossime elezioni

RIETI

"La città vota", l'ironia di Luca e Germano sulle prossime elezioni

Far sorridere e far riflettere sui reatini e sulla reatinità: questo è l’obiettivo che si prefigge, da oltre dieci anni, il duo Luca e Germano. E quale occasione migliore per ...

14.05.2017