Terremoto in Nepal, incolumi due reatini presenti a Katmandu

RIETI

Terremoto in Nepal, incolumi due reatini presenti a Katmandu

0

Anche due reatini hanno vissuto la terribile esperienza del distruttivo terremoto che ha sconvolto il Nepal e provocato oltre duemila vittime. I due Bruno Mei e Badhra Mohan Thapa, di origine nepalese, sono salvi per miracolo e stanno bene. Erano partiti giovedì alla volta di Katmandu, per una missione di sviluppo culturale e professionale inerente la coltivazione dell’ulivo e la produzione dell’olio d'oliva doc. Bruno Mei, di professione promotore finanziario, è anche il presidente della Onlus Rea Silvia in Nepal mentre l'amico Badhra Mohan Thapa è il titolare di un negozio di oggettistica nepalese in via Potenziani. I due secondo quanto riferito da alcuni familiari, insieme ad un gruppo di tecnici si trovavano in vista al palazzo Reale di Katmandu proprio durante il violentissimo sisma. Nonostante il crollo di gran parte del palazzo, sono riusciti a mettersi in salvo.terremoto nepal

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...