Cerca

Venerdì 24 Febbraio 2017 | 20:24

RIETI

Liberazione, in tanti alla ciclopasseggiata della Memoria

Liberazione, in tanti alla ciclopasseggiata della Memoria

La festa della Liberazione è stata celebrata dall’amministrazione comunale con una ciclopasseggiata della Memoria, un vero e proprio itinerario da portare avanti lungo le strade cittadine che ha avuto come obiettivo proprio la scoperta dei luoghi della memoria al fine di risvegliare la sensibilità dei cittadini. “E’ stato uno splendido 25 aprile, festeggiato con le maggiori autorità civili, militari e religiose del territorio, e con i tantissimi cittadini che hanno aderito alla ciclopasseggiata della Memoria - ha detto il sindaco Simone Petrangeli -. E' stato davvero emozionante ripercorrere il percorso istituito lo scorso anno dal Comune di Rieti e onorare la memoria delle decine di vittime che hanno perso la vita a Rieti, tra il '43 e il '45, per liberarci dall'oppressione fascista e dall'occupazione nazista. Ringraziamo quei ragazzi e quelle ragazze che settant'anni fa hanno liberato il Paese e teniamo viva la storia della nostra città coltivando la memoria degli innumerevoli episodi legati alla Resistenza e dei tantissimi protagonisti. Anche a Rieti - ha concluso Petrangeli - la Resistenza è stato un movimento popolare trasversale e il nostro compito è passare il testimone di generazione in generazione”. Sempre in occasione del 70° della Liberazione, una delegazione della Camera del Lavoro Cgil di Rieti si è recata nei luoghi simbolo della guerra Partigiana in provincia, (Poggio Bustone, Leonessa, Monte Tancia, Fosse Reatine, Campo di Concentramento di Farfa Sabina), per commemorare e rendere omaggio ai Martiri della Resistenza, depositando un mazzo di fiori ed una bandiera sui monumenti eretti in Loro memoria. Il 70esimo della Liberazione è stato ricordato anche all’Auditorium Varrone nel corso di un evento organizzato dall’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani di Rieti con i concerti della Fanfara Alpini “Centro d’Italia” e degli Allievi del Conservatorio Santa Cecilia di Rieti.

Più letti oggi

il punto
del direttore