Il "caso Miccadei" fa saltare la Commissione Bilancio. L'opposizione: "Maggioranza nel caos"

RIETI

Il "caso Miccadei" fa saltare la Commissione Bilancio. L'opposizione: "Maggioranza nel caos"

24.04.2015 - 21:23

0

Il nodo Commissioni al Comune di Rieti è ancora molto ingarbugliato. E con la discussione del Bilancio che si avvicina, il problema - scaturito a monte dal 'caso Miccadei' - rischia di tornare a far ballare il centrosinistra. Ieri mattina è stata convocata, su richiesta dell'assessore Bigliocchi - particolare da non sottovalutare - una riunione della commissione Bilancio, presieduta da Simone Miccadei, con all'ordine del giorno punti non proprio decisivi per il futuro dell'Ente. Commissione che ancora una volta è andata deserta visto che diversi gruppi consiliari non si sono presentati e da settimane aspettano il "passo indietro" del presidente. Il ragionamento di questo blocco del centrosinistra è sostanzialmente il seguente: la maggioranza in Consiglio comunale conta su 22 voti e nella seduta della sfiducia a Miccadei, la mozione è stata respinta con soli 8 voti, quindi un problema politico da risolvere. Oltretutto, nella narrazione di queste settimane, si è detto più volte che il centrosinistra, insieme al rimpasto di giunta aveva trovato anche l'accordo per le dimissioni in blocco di tutti i presidenti di Commissione - da presentare con effetto mediatico proprio nel Consiglio Comunale sulla sfiducia a Miccadei - per poi ridistribuire le presidenze coinvolgendo quei consiglieri che finora non hanno avuto 'riconoscimenti' per la loro azione amministrativa. Un accordo però saltato sembra per l'opposizione di Miccadei. Sono così trascorse settimane senza che cambiasse nulla e, alla fine, si è arrivati a ieri con i problemi tra moderati e sinistra di nuovo sul tavolo. Insomma, la vicenda è ancora tutta da definire.

Opposizione all'attacco Intanto i gruppi di minoranza tornano all'attacco: "Oggi è andata in scena, in occasione della convocazione della seduta bilancio, l’ennesima rappresentazione teatrale di una maggioranza che evidentemente continua ad essere divisa e insofferente rispetto alla discussa presidenza della Commissione Bilancio. Impegnata più a reclamare e difendere posizioni di potere che ad affrontare e risolvere i problemi dei cittadini. Un segnale forte inviato dal partito di maggioranza relativa, il PD, che aveva mandato già segnali chiari di insofferenza nell’ultimo consiglio comunale chiesto dalla minoranza con la presentazione della mozione di sfiducia nei confronti del Presidente Miccadei. I consiglieri di centro destra, presenti alla seduta, prendono atto che per l’ennesima volta la maggioranza evidentemente continua a mandare segnali forti ed incontrovertibile al discusso Presidente della Commissione Bilancio e al suo mentore, il Sindaco Petrangeli. Il tanto sbandierato rinnovamento che si sarebbe dovuto concretizzare con l’ingresso di nuovi assessori lascia il posto ad un’inerzia amministrativa che dall’inizio della consiliatura ha caratterizzato l’operato di questa amministrazione".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

A Parigi scontri fra antifascisti e polizia dopo il voto

A Parigi scontri fra antifascisti e polizia dopo il voto

Milano (askanews) - La giornata elettorale francese si è conclusa con una manifestazione degenerata in scontri con la polizia, intorno a Place de la Republique, organizzata da antifascisti e anticapitalisti che sono scesi in piazza contro Marine Le Pen, ma anche contro Macron in una contestazione generale dei due candidati che hanno superato il primo turno, considerati rappresentanti di un potere ...

 
Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...

 
Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Napoli (askanews) - Al convegno "Black Box" svoltosi a Napoli il 22 aprile 2017 con il patrocinio del Comune, si è parlato di "scatola nera", un congegno elettronico che non viaggia più solo sugli aerei ma sempre più spesso anche sulle auto. Si tratta di un dispositivo elettronico che registra una grande quantità di dati sulla condotta e lo stile di guida di un assicurato, uno strumento utile per ...