Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 05:50

RIETI

Anniversario sisma L'Aquila 2009, tre le 309 vittime anche tre reatini

Anniversario sisma L'Aquila 2009, tre le 309 vittime anche tre reatini

L'Aquila ha ricordato ieri sera, 5 aprile, con una fiaccolata il sesto anniversario del terremoto del 6 aprile 2009. Un lungo corteo composto da circa 10mila persone, che hanno sfilato in silenzio e con le fiaccole in mano raggiungendo piazza Duomo, il cuore del centro storico della città, ancora ferito dal sisma. Qui c'è stato il momento più toccante e doloroso, con la lettura dei nomi delle 309 delle vittime del sisma. In loro memoria ci sono stati 309 rintocchi delle campane della chiesa di Santa Maria del Suffragio, nota come “delle Anime Sante”. Rintocchi ripetuti alle 3 e 32, orario del sisma. Alcuni familiari delle vittime hanno portato uno striscione con lo slogan «il fatto non sussiste ma uccide», in riferimento alla sentenza della Corte d'Appello che ha assolto sei dei sette componenti della Commissione Grandi rischi. Altri striscioni chiedevano verità e giustizia. Tra le vittime del sisma anche tre reatini: Luca Lunari, Argenis Valentina Orlandi e Michela Rossi ai quali nel 2013 l'amministrazione comunale ha intitolato il parco pubblico di via Liberato Di Benedetto. 

IL SINDACO PETRANGELI “Sei anni fa il tremendo terremoto che ha sconvolto L'Aquila e cambiato la vita a un’intera comunità alla quale siamo legati da una storia comune e da un legame fraterno. Siamo vicini agli amici aquilani impegnati nell'impresa della ricostruzione e onoriamo la memoria di chi ci ha lasciato in quel terribile 6 aprile 2009. La città di Rieti ricorda le sue vittime e si stringe attorno alle famiglie di Valentina Argenis Orlandi, Michela Rossi e Luca Lunari” è quanto ha dichiarato il sindaco di Rieti, Simone Petrangeli.

 

Più letti oggi

il punto
del direttore