Le imprese reatine non decollano, nel 2014 il saldo è stato negativo

RIETI

Le imprese reatine non decollano, nel 2014 il saldo è stato negativo

03.02.2015 - 21:13

0

Con la speranza che il 2015 possa essere realmente l'anno del rilancio e della svolta produttiva, a guardarsi indietro vengono le vertigini. Dati Unioncamere alla mano, infatti, i numeri estrapolati da Movimprese sembrano poco rassicuranti e per il 2014 la provincia di Rieti non ha ben figurato, anzi. A fronte di una crescita nazionale, seppur minima, dei dati relativi la natimortalità delle imprese, il Reatino ha fatto registrare un pericoloso segno meno che conferma le paure di molti: rispetto alle 860 nuove imprese del 2014, in un anno sono state registrate 915 chiusure che portano quindi ad un saldo negativo di 55 unità (meno0,36 per cento). A livello nazionale, evidenziano dalla Camera di Commercio di Rieti, "il sistema delle imprese sembra aver ritrovato il passo della crescita e, nonostante una buona parte dell'anno trascorsa con l'affanno, alla fine del 2014 mette a segno un saldo positivo tra aperture e chiusure. Il bilancio, di poco superiore alle 30mila unità, è pari a un tasso di crescita del numero delle imprese registrate dello 0,51 per cento, più che doppio rispetto all'anno precedente (più 0,21 per cento). Il risultato appare totalmente determinato dalla fortissima frenata delle cessazioni (340mila 261 le imprese che hanno chiuso i battenti, 31mila 541 unità in meno rispetto a quanto avvenuto nei dodici mesi precedenti). Il dato è il migliore dal 2010 e segnala una probabile inversione di tendenza nelle attese degli imprenditori oggi attivi, che intravvedono la possibilità di un effettivo rilancio delle attività nel corso del 2015”.

IL SERVIZIO COMPLETO NELL'EDIZIONE DEL CORRIERE DI RIETI IN EDICOLA MERCOLEDi' 4 FEBBRAIO 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bankitalia, Gentiloni: rapporti con il Pd sono ottimi

Bankitalia, Gentiloni: rapporti con il Pd sono ottimi

Roma (askanews) - "I rapporti tra il governo e il Pd, di cui mi onoro di far parte, sono fondamentali e ottimi in generale. Dopodi chè noi decidiamo avendo quell'obiettivo lì", ovvero l'autonomia della Banca d'Italia: quella sui vertici "non è decisione di buona creanza, è una decisione rilevante". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni, chiamato da un'ulteriore domanda a tornare sulla questione ...

 
Premier spagnolo Rajoy: in Catalogna arrivati a situazione limite

Premier spagnolo Rajoy: in Catalogna arrivati a situazione limite

Bruxelles, (askanews) - Dopo che il presidente catalano Carles Puigdemont non ha ritirato la dichiarazione d'indipendenza entro la scadenza prevista giovedì (19 ottobre), il governo conservatore spagnolo si prepara a commissariare la Catalogna. In una conferenza stampa al termine dei lavori del consiglio europeo a Bruxelles, il primo ministro di Spagna Mariano Rajoy ha affermato che in Catalogna ...

 
Lancet: nel 2015 l'inquinamento ha causato 9 milioni di morti

Lancet: nel 2015 l'inquinamento ha causato 9 milioni di morti

Roma, (askanews) - L'inquinamento è stato collegato a 9 milioni di morti in tutto il mondo nel 2015, secondo un report pubblicato da Lancet. La maggior parte dei decessi è avvenuta in Paesi a basso o medio reddito dove l'inquinamento è ritenuto responsabile di un quarto di tutti i decessi. Il Bangladesh e la Somalia sono i due Paesi più colpiti. Il Brunei e la Svezia, invece, hanno registrato il ...

 
Gentiloni: sforzo italiano in Libia non può durare, serve Ue

Gentiloni: sforzo italiano in Libia non può durare, serve Ue

Burxelles (askanews) - Il contrasto ai trafficanti di essere umani nel Mediterraneo mostra "una situazione molto incoraggiante dal punto di vista dei risultati ma fragile e per nulla garantita". Per questo "c'è bisogno del sostegno politico perchè l'Italia non può fare a lungo questo sforzo in Libia soltanto come tricolore, ma deve farlo nell'ambito di operazioni che siano sempre più ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

L’esibizione del R.J.O. Combo apre la stagione concertistica al Flavio

RIETI

L’esibizione del R.J.O. Combo apre la stagione concertistica al Flavio

Si apre domenica 22 ottobre, alle 17, nel foyer del teatro Flavio Vespasiano, la nuova stagione concertistica. Gli eventi in programma, che saranno presentati nel loro ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017