studenti in Provincia

RIETI

Tra studenti e Provincia prove di dialogo ma servono fatti

22.11.2014 - 12:06

0

L’occupazione è sospesa e gli studenti tornano a scuola, ma questo non vuol dire che le parti in causa - Provincia, dirigenti scolastici e studenti - abbiano trovato un accordo sulla soluzione delle problematiche sollevate negli ultimi giorni di occupazione degli istituti, anche se ben più datate. Ieri il faccia a faccia dell’inquilino di Palazzo d’Oltre Velino, Giuseppe Rinaldi, con i rappresentanti d’istituto delle scuole superiori (“il quarto in poco tempo”, sottolinea) a 24 ore di distanza da quello, ben più animato, con i dirigenti scolastici. I problemi sono tanti: di edilizia, logistica, di organizzazione e uso degli spazi a disposizione, mentre i soldi sono sempre di meno. “E’ stato un confronto democratico e costruttivo, nel corso del quale ho illustrato ai ragazzi gli interventi effettuati dalla Provincia nel triennio 2011/2014 per un importo complessivo di 28 milioni. Abbiamo fornito spiegazioni alle loro richieste, sui singoli progetti, penso che di più non si potesse fare, e del resto non ho la bacchetta magica. A breve - aggiunge Rinaldi - incontrerò nuovamente tutti i dirigenti scolastici per cercare di trovare la quadra sulle questioni sollevate e poi, ancora, un faccia a faccia con dirigenti e studenti, proprio come chiesto dai ragazzi. Vorrei sottolineare - conclude il presidente della Provincia - che quello con i ragazzi è stato un confronto democratico importante, nel quale sono stati resi parte attiva dei progetti intrapresi da questo Ente”. Decisamente diverso il punto di vista degli studenti: “Non siamo assolutamente soddisfatti - dice Emanuele Caprioli, rappresentante d’istituto del liceo classico Varrone - La Provincia ascolta e dialoga ma non fa, mentre noi vorremmo che dalle parole si passasse ai fatti. Non ci sono i soldi? Eppure - va avanti - ci viene espressamente detto da settimane che alcuni soldi sono stati stanziati, ad esempio quelli per la palestra dell’istituto artistico. Ci piacerebbe sapere quando inizieranno i lavori considerato che vengono procrastinati di settimana in settimana”. Stop comunque all’occupazione e rientro in aula, ma resta lo stato di mobilitazione. “Per noi non finisce qui - dice ancora Emanuele Caprioli - sospendiamo l’occupazione ma non ci fermiamo qui perché significherebbe rendere vani tutti gli sforzi compiuti finora”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Casa abusiva? Rischi poco, guadagni molto. Ma ci perdiamo tutti

Casa abusiva? Rischi poco, guadagni molto. Ma ci perdiamo tutti

Roma, (askanews) - Come ti faccio una casa abusiva (non fatelo!). La casa abusiva costa meno a chi la costruisce su un terreno di proprietà, 100 metri quadrati costano 155mila euro. Abusivi, 65mila. Si risparmia sui documenti del permesso: visure, progetto, relazione sui materiali certificati sanitari, strutturali, paesaggistici. Si risparmia sui costi da versare al Comune: oneri di ...

 
Il card. Parolin incontra Putin a Sochi

Il card. Parolin incontra Putin a Sochi

Sochi, (askanews) - Stretta di man calorosa e incontro a Sochi, nella residenza estiva del presidente russo, tra il segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin e il leader del Cremlino, Vladimir Putin. "Grazie per l'invito - ha detto Parolin a Putin - che mi è stato rivolto da lei e dalle autorità di questo Paese e grazie anche per l'accoglienza e la possibilità di incontrarci in ...

 
Scoperto a Gerusalemme un mosaico bizantino unico del VI secolo

Scoperto a Gerusalemme un mosaico bizantino unico del VI secolo

Roma, (askanews) - Un mosaico bizantino del sesto secolo che porta inciso il nome dell'imperatore Giustiniano e quello di un abate: è la rara scoperta di un gruppo di archeologi israeliani nella città vecchia di Gerusalemme. Come spiega David Gellman, direttore degli scavi: "Eravamo molto vicini agli scavi quando ho notato che alcune tessere invece che bianche, erano posizionate ad angolo diverso ...

 
Il terremoto? Costa più della prevenzione, ecco le cifre

Il terremoto? Costa più della prevenzione, ecco le cifre

Roma, (askanews) - Il terremoto costa più della prevenzione: ecco le cifre. L'Italia è divisa in 4 zone sismiche La 1 e la 2 sono considerate ad alto rischio; in queste zone, oltre il 56% degli edifici sono pre-1970 e sono stati quindi costruiti senza alcuna tecnica antisismica. Solo il 5% degli edifici è stato costruito dopo il 2000, con tecniche moderne e norme restrittive. Nella sola zona 1 ...

 
il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017

Jerry Lewis

Jerry Lewis

LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

Addio a Jerry Lewis, genio della comicità

È morto a Las Vegas, a 91 anni, l’attore statunitense Jerry Lewis, considerato dalla critica uno dei comici più celebri dello spettacolo Usa. Lo ha riportato alle 19.55 (ora ...

20.08.2017

Al Terminillo serata di grandi emozioni con il Musì trio

RIETI

Al Terminillo una serata di grandi emozioni con il Musì trio

Una serata piena di emozioni ha regalato il Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo Paniconi (Pianoforte), in un concerto ...

19.08.2017