michele cucuzza bianco e nero

A San Luca c'è chi volta pagina

22.12.2017 - 23:04

0

Ritorno a San Luca: fa un bell’effetto il nuovo stadio colorato, rifinito e ben attrezzato alla periferia del comune calabrese arroccato ai piedi dell’Aspromonte, fino a qualche tempo fa tristemente conosciuto solo come la “mamma della ’ndrangheta”, la terra delle faide, la centrale dei più efferati sequestri di persona di fine secolo, la regia della strage di Duisburg, il nido delle “anime nere”. Invece qui le cose stanno cambiando da quando, senza scorta né blindati, è arrivato Salvatore Gullì, un funzionario dello Stato, un dirigente che la prefettura di Reggio Calabria ha nominato commissario straordinario: ha pieni poteri, quelli del sindaco e del consiglio comunale insieme, le istituzioni locali che da 5 anni non si riescono a eleggere nel paese di Corrado Alvaro, con l’amministrazione sciolta per mafia nel 2013. Il commissario ci accoglie davanti al cancello dell’impianto che considera il suo gioiello, il segno più evidente del suo lavoro riparatore, anche se non l’unico. “Era in condizioni pietose, abbandonato da anni - allarga le braccia - eppure i ragazzi continuavano a giocarci, da mattina a sera. Tutti bravissimi, motivati: è di San Luca Giovanni Giorgi, giovanissimo attaccante, il più forte 2003 d’Italia, ingaggiato dalla Juventus, squadra che da quest’anno fa uno stage estivo da queste parti”. Ed ecco l’obiettivo: “Bisognava dare una svolta, partendo dal basso, dai più giovani, che a San Luca sono tantissimi. Quindi interventi nelle scuole, lezioni sulla legalità con le forze di polizia, le istituzioni regionali e il contributo di associazioni come Save the children, coinvolgimento delle famiglie, naturale, ma forse prima di tutto lo sport: è lì che i ragazzi capiscono che cosa sono le regole, il rispetto degli altri, l’ammissione della sconfitta e il resto. I nostri figli vanno educati alla legalità da piccoli”. Nel frattempo Gullì, senza incontrare resistenze, si è dato da fare altrove, con l’aiuto dei dipendenti comunali e pure degli operai forestali di “Calabria verde”: risanato l’acquedotto pieno di buchi, imposti regolari contatori e contratti, adesso cede al vicino comune di Benestare parte dell’acqua che, prima del suo arrivo, San Luca comprava per l’astronomica cifra di 300mila euro all’anno. Ripristinata la toponomastica (molte strade senza nome consentivano l’evasione delle bollette e il caos nelle residenze), Gullì ha ripulito con la ruspa la spazzatura abbandonata dappertutto, avviando un regolare servizio di nettezza urbana grazie ai bidoncini numerati piazzati fuori dalle abitazioni (chi sporca rischia anche tremila euro di multa): gestione a cura delle donne dei lavori socialmente utili. Il commissario ha pure assunto il primo vigile in città, una donna di 33 anni della vicina Ardore. Servizi all’altezza, meno debiti, risparmi e, intanto, in sintonia con il coraggioso vescovo di Locri-Gerace, monsignor Oliva, off limits i summit mafiosi che strumentalizzavano la devozione popolare nel vicino santuario della Madonna di Polsi. Man mano si sono andati chiudendo tutti i vuoti lasciati da istituzioni inette, isolamento, incultura: la ’ndrangheta non mostra di aver trovato modo di reagire, la gente, lasciata sola per troppi anni a rassegnarsi e, qualche volta, ad approfittarne, Gullì l’ha rapidamente portata dalla sua parte. Toccherà alla politica, alle prossime amministrative, consolidare il tutto: un appuntamento che, stavolta, non potrà essere mancato.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Migranti, la testimonianza dei medici a bordo della Dattilo

Migranti, la testimonianza dei medici a bordo della Dattilo

Valencia, (askanews) - Un viaggio lungo e faticoso, che ha permesso di condividere tanti momenti e le storie dei migranti. Parlano la dottoressa e l'infermiera dell'Ordine di Malta che erano a bordo della nave Dattilo, giunta a Valencia con 274 migranti a bordo. "La nostra esperienza a bordo di nave Dattilo si conclude oggi. Siamo arrivati al porto di Valencia. Questi giorni abbiamo collaborato ...

 
Valencia accoglie Aquarius, "Benvenuti a casa vostra"

Valencia accoglie Aquarius, "Benvenuti a casa vostra"

Valencia, (askanews) - La mattina, a Valencia, inizia quando ancora il sole non è sorto. Gli oltre seicento giornalisti e operatori della comunicazione arrivano al porto, al molo 1, che è ancora buio. Sono da poco passate le sei del mattino quando all'orizzonte, vicino al porto, compare la nave Dattilo della Guardia costiera. A bordo ci sono 274 migranti. È la prima delle tre navi che ospitano in ...

 
Migranti, arrivata a Valencia anche la terza nave

Migranti, arrivata a Valencia anche la terza nave

Valencia, (Askanews) - E' arrivata al porto di Valencia anche la terza e ultima nave che ha trasportato più di 240 migranti. Dopo l'unità della Guardia Costiera Dattilo e la Aquarius della Ong Sos Méditerranée e Medici Senza Frontiere, intorno alle 13 è approdata al molo 1 del porto di Valencia la nave Orione della Marina Militare. Completate dunque le operazioni di sbarco: i 630 migranti stanno ...

 
Aquarius, Sos Mediterranee: canti e balli all'arrivo a Valencia

Aquarius, Sos Mediterranee: canti e balli all'arrivo a Valencia

Valencia, (askanews) - "Sollievo e felicità a bordo della nave #Aquarius appena vediamo le coste spagnole. Ci separano 4 miglia dal porto di #Valencia. La fine di un'Odissea lunga ed estenuante è vicina". Questo il tweet, accompagnato dal video, postato da Sos Mediterranee dalla nave Aquarius poco prima dell'arrivo a Valencia.

 
Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

RIETI

Concerto di musica barocca nella chiesa di San Rufo

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti,  concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto ...

17.06.2018

Emozioni nel cuore dell'Italia con Lino Guanciale e Davide Cavuti

CITTAREALE

Emozioni dai luoghi colpiti dal sisma con Lino Guanciale e Davide Cavuti

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I ...

14.06.2018

teatro da mangiare

CITTAREALE

Va in scena "Teatro da mangiare?"

Dopo la magia del circo di Nicole & Martin andata in scena lo scorso aprile ad Amatrice, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma del 2016, questa ...

08.06.2018