Indagine sul 118, al setaccio
i 17 computer sequestrati

Rieti

Indagine sul 118, al setaccio
i 17 computer sequestrati

02.11.2014 - 14:31

0

Una pen drive usb che prima è finita nelle mani di un sindacalista romano poi ai carabinieri. Ruota tutta intorno ai file contenuti in quel supporto e in quelli estrapolati da 17 personal computer sequestrati dai carabinieri, indagine sugli affidamenti dell’Ares 118 di Rieti.
Gli indagati Sono sette, come noto, gli iscritti nel registro degli indagati nell’inchiesta che per adesso è guidata dal Procuratore Capo di Rieti, Giuseppe Saieva. Per adesso l’ipotesi di reato per tutti è tentata concussione, ma l’indagine è ancora all’inizio e bisognerà aspettare gli interrogatori e soprattutto le perizie per capire cosa sarà contestato e a chi.
La denuncia Tutto è nato dopo che un sindacalista romano della Cgil ha raccolto la denuncia da un imprenditore reatino del settore del soccorso che gli ha consegnato appunto la pennetta usb dove ci sarebbero diversi file audio di colloqui registrati dall’imprenditore con diversi impiegati dell’Ares. Dialoghi in cui all’imprenditore verrebbero chiesti dei “piccoli favori” per avere gli appalti. Materiale che il sindacalista poi ha consegnato ai carabinieri di Roma quando ha presentato la denuncia. Nell’esposto poi si denuncerebbero anche anomalie negli affidamenti a società dove fugurerebbero persone vicine a dipendenti dell’Ares 118. Tutto materiale che insomma ha fatto partire l’indagine.
Le perizie Oltre alla montagna di documentazione sequestrata dai carabinieri del Comando di Rieti durante il blitz nella sede di via Salaria, ci sono appunto la pennetta usb e i computer sequestrati. Sulla pennetta usb sono in corso gli accertamenti del reparto scientifico dei carabinieri di Roma per valutarne la conformità informatica. Insomma, per valutare se ci sono manomissioni. Stessa cosa sugli hard disk dei computer sequestrati durante il blitz negli uffici. Nel frattempo i carabinieri di Rieti stanno facendo una prima trascrizione del contenuto dei file audio contenuti all’interno della pennetta, mentre continuano gli interrogatori.
La difesa Ma la vera partita si giocherà nei prossimi giorni quando entro dovrebbe svolgersi la perizia, alla presenza di tutte le parti, sulla pennetta e sui computer sia per valutarne la conformità informatica, sia per la trascrizione dei contenuti. “Si tratta di un passaggio fondamentale - spiega l’avvocato Pietro Carotti che difende 5 dei 7 indaga - per capire la reale portata delle accuse mosse, infatti finora ci si è mossi, sostanzialmente, solo su quanto riferito da coloro che hanno presentato la denuncia. Adesso bisognerà capire e contestualizzare i dialoghi contenuti. Per adesso ci sono solo delle iscrizioni nel registro degli indagati con un’ipitesi di reato generica per tutti. Con le perizie si farà un passo in avanti”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Venezuela, la costituente pro-Maduro assume potere legislativo

Venezuela, la costituente pro-Maduro assume potere legislativo

Caracas (askanews) - L'assemblea costituente legata al presidente venezuelano Nicolas Maduro ha dichiarato di aver assunto i poteri dal parlamento, che è invece controllato dall'opposizione al presidente. In una riunione, l'assemblea ha adottato un decreto che autorizza ad "assumere tutte le funzioni per legiferare su materie direttamente collegate con la garanzia della pace, della sicurezza, ...

 
Incendio a Cosenza, tre morti. In cenere le opere di Telesio

Incendio a Cosenza, tre morti. In cenere le opere di Telesio

Cosenza (askanews) - Un rogo divampato in un appartamento a corso Telesio, nel centro storico di Cosenza, ha causato la morte di tre persone che sono rimaste intrappolate nell'edificio avvolto dalle fiamme. Il fuoco ha divorato anche il vicino Palazzo Ruggi d'Aragona, storico edificio-museo del 1100 di proprietà della famiglia Bilotti. Sono andati in fumo tra l'altro manoscritti originali dal ...

 
Barcellona, ministro Interno: smantellata la cellula terroristica

Barcellona, ministro Interno: smantellata la cellula terroristica

Barcellona (askanews) - La cellula terroristica di Ripoll, che è dietro al doppio attacco a Barcellona e Cambrils di due giorni fa, è stata "smantellata". L'ha affermato oggi il ministro dell'Interno Juan Ignacio Zoido, mentre la polizia caccia ancora l'ultimo latitante. "La cellula è stata completamente smantellata", ha detto il ministro ai giornalisti. I componenti erano 12, molti dei quali ...

 
Barcellona, al municipio in fila per il libro delle condoglianze

Barcellona, al municipio in fila per il libro delle condoglianze

Barcellona (askanews) - Decine di persone sono in fila nella sede del municipio di Barcellona per scrivere un pensiero sul libro delle condoglianze che è stato messo a disposizione della cittadinanza per lasciare un contributo scritto sul tragico attentato che ha scosso la città catalana. Prosegue intanto l'omaggio sulla rambla dove è avvenuta la strage: migliaia di persone si sono recate per ...

 
Al Terminillo serata di grandi emozioni con il Musì trio

RIETI

Al Terminillo una serata di grandi emozioni con il Musì trio

Una serata piena di emozioni ha regalato il Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (Soprano), Sandro Sacco (Flauto traverso) e Paolo Paniconi (Pianoforte), in un concerto ...

19.08.2017

Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Gossip

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Laura Freddi sarà mamma all'età di 45 anni. Lo rivela il settimanale 'Chi', che nel numero in edicola da oggi pubblica le immagini della showgirl in dolce attesa. La diretta ...

16.08.2017