Rieti

Indagine sul 118, al setaccio
i 17 computer sequestrati

02.11.2014 - 14:31

0

Una pen drive usb che prima è finita nelle mani di un sindacalista romano poi ai carabinieri. Ruota tutta intorno ai file contenuti in quel supporto e in quelli estrapolati da 17 personal computer sequestrati dai carabinieri, indagine sugli affidamenti dell’Ares 118 di Rieti.
Gli indagati Sono sette, come noto, gli iscritti nel registro degli indagati nell’inchiesta che per adesso è guidata dal Procuratore Capo di Rieti, Giuseppe Saieva. Per adesso l’ipotesi di reato per tutti è tentata concussione, ma l’indagine è ancora all’inizio e bisognerà aspettare gli interrogatori e soprattutto le perizie per capire cosa sarà contestato e a chi.
La denuncia Tutto è nato dopo che un sindacalista romano della Cgil ha raccolto la denuncia da un imprenditore reatino del settore del soccorso che gli ha consegnato appunto la pennetta usb dove ci sarebbero diversi file audio di colloqui registrati dall’imprenditore con diversi impiegati dell’Ares. Dialoghi in cui all’imprenditore verrebbero chiesti dei “piccoli favori” per avere gli appalti. Materiale che il sindacalista poi ha consegnato ai carabinieri di Roma quando ha presentato la denuncia. Nell’esposto poi si denuncerebbero anche anomalie negli affidamenti a società dove fugurerebbero persone vicine a dipendenti dell’Ares 118. Tutto materiale che insomma ha fatto partire l’indagine.
Le perizie Oltre alla montagna di documentazione sequestrata dai carabinieri del Comando di Rieti durante il blitz nella sede di via Salaria, ci sono appunto la pennetta usb e i computer sequestrati. Sulla pennetta usb sono in corso gli accertamenti del reparto scientifico dei carabinieri di Roma per valutarne la conformità informatica. Insomma, per valutare se ci sono manomissioni. Stessa cosa sugli hard disk dei computer sequestrati durante il blitz negli uffici. Nel frattempo i carabinieri di Rieti stanno facendo una prima trascrizione del contenuto dei file audio contenuti all’interno della pennetta, mentre continuano gli interrogatori.
La difesa Ma la vera partita si giocherà nei prossimi giorni quando entro dovrebbe svolgersi la perizia, alla presenza di tutte le parti, sulla pennetta e sui computer sia per valutarne la conformità informatica, sia per la trascrizione dei contenuti. “Si tratta di un passaggio fondamentale - spiega l’avvocato Pietro Carotti che difende 5 dei 7 indaga - per capire la reale portata delle accuse mosse, infatti finora ci si è mossi, sostanzialmente, solo su quanto riferito da coloro che hanno presentato la denuncia. Adesso bisognerà capire e contestualizzare i dialoghi contenuti. Per adesso ci sono solo delle iscrizioni nel registro degli indagati con un’ipitesi di reato generica per tutti. Con le perizie si farà un passo in avanti”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

32 km per andare al lavoro, capo gli regala la sua auto

Luke Marklin, Ceo dell'azienda di fattorini Bellhops ha regalato le chiavi della sua Ford Escape a Walter Carr, studente universitario dell'Alabama che dopo un guasto alla sua auto non si è arreso e ha deciso di percorre a piedi 32 chilometri pur di raggiungere puntualmente il luogo di lavoro nel suo primo giorno. E' partito a mezzanotte per arrivare alle 8 in un'altra città e durante il tragitto ...

 
Altro

Le armi 'segrete' di Putin

Nuovi video diffusi dal ministero della Difesa russo sulle ultime armi all'avanguardia presentate per la prima volta dal presidente Vladimir Putin a marzo. Gli armamenti 'futuristici', alcuni dei quali sono già in servizio, sono progettati per dare alla Russia una forte deterrenza contro qualsiasi aggressione esterna. Tra questi, il missile ipersonico Kinzhal, che come scrive il ministero della ...

 
Mattarella: "Contributo aziende italiane a industria petrolifera in Azerbaijan oltre per 5mld euro"

Mattarella: "Contributo aziende italiane a industria petrolifera in Azerbaijan oltre per 5mld euro"

(Agenzia Vista) Baku, 19 luglio 2018 "Il contributo delle aziende delle tecnologie italiane all’industria petrolifera dell’Azerbaijan è stato superiore a 5 miliardi di euro negli ultimi 10 anni. Ieri abbiamo inaugurato importante impianto petrolifero Maire Tecnimont a Sumgayit. Questo impianto permetterà all’Azerbaijan di costruire la sua industria petrolifera e di esportarla" Queste le parole ...

 
Azerbaijan, Mattarella al Cimitero dei Martiri depone corona di fiori

Azerbaijan, Mattarella al Cimitero dei Martiri depone corona di fiori

(Agenzia Vista) Baku, 19 luglio 2018 Nella sua seconda giornata di visita in Azerbaijan il Presidente della Repubblia Mattarella partecipa alla cerimonia di deposizione di una corona di fiori nel Cimitero dei Martiri. Il Presidente e il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi hanno incontrato ieri i leader religiosi dell'Azerbaijan. Courtesy Youtube Presidenza della Repubblica Fonte: Agenzia ...

 
Torna “Jazz in Chiostro”, cultura e musica a Sant'Agostino

RIETI

Torna “Jazz in Chiostro”, cultura e musica a Sant'Agostino

Il Coro e l'Orchestra D'altroCanto, con il patrocinio del Comune di Rieti e del Conservatorio “A. Casella” de L'Aquila, presentano “Jazz in Chiostro 2018”. La manifestazione, ...

02.07.2018

Docenti di Strumento musicale di Rieti al Wind Summer Festival 2018

RIETI

Docenti di Strumento musicale di Rieti al Wind Summer Festival 2018

L’Istituto Comprensivo “Forum Novum” di Torri in Sabina, in provincia di Rieti, ritorna sul palcoscenico internazionale con i suoi docenti di strumento musicale: Vincenzo ...

02.07.2018

L'artista reatino Carlo Valente scelto per l'Agri Cool Tour Festival 2018

RIETI

L'artista reatino Carlo Valente scelto per l'Agri Cool Tour Festival 2018

E’ Carlo Valente, talentuoso cantautore reatino, l'artista scelto quest’anno  per l'“AGRI COOL  TOUR Festival 2018”, il format di concerti ideato e promosso da Isola Tobia ...

26.06.2018