affissioni selvagge

RIETI

Affissioni selvagge in città, presentata denuncia ai carabinieri

23.08.2015

0

Una segnalazione all’osservatorio comunale della pubblicità, “per evidenziare la necessità di interessare il Comune sui fatti avvenuti il 21 agosto in zona viale Maraini e limitrofe” oltreché per segnalare che “su tutti gli impianti presenti in zona e su tutti gli spazi utili a un’affissione sono state apposte locandine di grande formato riportanti una manifestazione apparentemente organizzata o comunque patrocinata dal Comune stesso (le visite nell’area archeologica di Campo Reatino, ndr), motivo per cui “occorre fermare questo fenomeno dell'abusivismo che ci danneggia tutti e che comunque danneggia e imbratta la città e i nostri impianti e lede i nostri diritti di categoria infangando anche il buon nome della nostra professione”.
A scrivere è un’agenzia di pubblicità reatina che però non si è fermata qui, presentando anche formale denuncia ai carabinieri in merito a quegli stessi fatti accaduti venerdì. Una denuncia contro ignoti per l’“imbrattamento” di impianti pubblicitari in viale Maraini e in altre strade della città, su cabine elettriche, vecchie cabine del telefono e altri spazi ancora. Molti dei quali, motivo per cui è partita la denuncia, appartenenti appunto ad agenzie pubbblicitarie della città. Almeno due gli aspetti da evidenziare.
“Innanzitutto - dice il titolare di una delle agenzie - vengono utilizzati spazi altrui e coprendo, addirittura, precedenti affissioni per le quali si sono ricevute regolari committenze. Dopo di che parliamo di un manifesto, con cui è stato imbrattato viale Maraini e non solo, che promuove un’iniziativa che il Comune di Rieti, insieme a Ministero dei beni e delle attività culturali e l’università La Sapienza di Roma, ha patrocinato”. Al di là dell’aspetto legale della vicenda, sulla quale indagheranno i carabinieri, un’altra cosa va evidenziata, e cioè che affissioni di questo genere, che “colorano” ogni angolo della città, contribuiscono anche loro a imbrattare il tessuto urbano. Non sono solo le strade pulite e libere da feci canine e rifiuti a rendere bella la città o gli spazi verdi puliti e curati a dovere, ma anche piazze e vie sgombre, per quanto possibile, da affissioni o installazioni (e tra queste c’è anche la cartellonistica varia e o la segnaletica stradale) che, per come posizionate o realizzate, deturpano un bel po’ l’ambiente.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli