Cerca

Sabato 25 Febbraio 2017 | 10:01

RIETI

Presentato il XII Forum Internazionale dell'informazione ambientale

forum ambientale - rieti

Tre giorni di relazioni di altissimo livello, decine tra climatologi, economisti, fisici, esperti di sostenibilità e un centinaio di giornalisti specializzati in temi ambientali. È stato presentato oggi durante una conferenza stampa nella Sala Consiliare del Comune di Rieti, il XII Forum Internazionale dell'Informazione per la Salvaguardia della Natura, che si svolgerà da dopodomani a venerdì prossimo al Teatro Vespasiano.

Simbolico il titolo scelto per l'edizione 2015: “Clima: ultima chiamata”. Il Forum, organizzato dall'associazione Greenaccord Onlus con il Comune di Rieti, il Pontificio Consiglio per la Famiglia, il Ministero dell'Ambiente, il Ministero degli Affari Esteri e la Fondazione Varrone, ha infatti l'obiettivo di offrire la possibilità agli operatori dei media di approfondire un tema di scottante attualità come quello del surriscaldamento globale e dei cambiamenti climatici attraverso un confronto qualificato con i massimi esperti mondiali. Un tema reso ancor più cruciale dalla Conferenza mondiale sul Clima COP21 in programma a Parigi a fine mese.

"Esprimo orgoglio cittadino e soddisfazione amministrativa per aver favorito la presenza a Rieti del XII Forum Internazionale di informazione ambientale, promosso da Greenaccord e dedicato all’emergenza climatica”, ha dichiarato Carlo Ubertini, assessore all'ambiente del Comune di Rieti. "In questi tre giorni, Rieti rappresenterà il crocevia geografico e storico dell’informazione internazionale sull’ambiente, da un lato rappresentando, per ricche e qualificate presenze, una splendida cornice spaziale da sempre intimamente connessa alla qualità ambientale, d’altro canto collocandosi nella nevralgica circostanza temporale compresa tra l’affermazione dei principi universali della nuova Enciclica papale e le auspicabili scelte universali della Conferenza sul clima di Parigi. In tal senso l’opera di mediazione culturale svolta dall’informazione ambientale resta lo strumento più efficace per favorire la nascita di una coscienza collettiva in grado di declinare nuovi stili di vita e nuovi modelli di sviluppo”.

“Saremo a Rieti con il nostro network internazionale per sottolineare l’importanza di fare cultura, anche in ambito ambientale, perché è la cultura l’elemento chiave per cambiare le coscienze e garantire un futuro dignitoso per il nostro Pianeta e i nostri figli” ha dichiarato Giuseppe Rogolino, vice presidente Greenaccord Onlus. “Abbiamo convocato i più autorevoli esperti al mondo in tema di cambiamenti climatici” ha aggiunto Andrea Masullo, direttore scientifico Greenaccord “perché non c’è più tempo da perdere. Per questo il titolo del Forum è Clima, ultima chiamata e ci rivolgiamo ai giornalisti per far sì che possano formare l’opinione pubblica sull’urgenza della questione climatica, che risulta senza precedenti”

“E’ un evento straordinario quello che abbiamo l’onore di ospitare, ringrazio Greenaccord e tutti coloro che hanno voluto che un evento così autorevole si tenga proprio a Rieti prima della COP21. Siamo contenti perché è un riconoscimento alle politiche ambientali virtuose che stiamo portando avanti come Comune, dalla mobilità sostenibile, alla raccolta differenziata all’adesione al patto dei Sindaci. Tante piccole e grandi azioni che vanno in una unica direzione: un nuovo modello di sviluppo”, conclude Simone Petrangeli, sindaco di Rieti.

Più letti oggi

il punto
del direttore