Cerca

Lunedì 27 Febbraio 2017 | 09:54

RIETI

La Figorilli contro la Uil
"Polemiche dannose"

taglio del nastro

L’appalto per la manutenzione del verde della Asl e la denuncia in Procura fatta dalla Uil-Fp sembrano avere infastidito, e non poco, i vertici della Asl di Rieti. Ma il direttore Laura Figorilli ha deciso di non restare ferma a farsi puntare il dito. “Continuo a registrare attacchi da alcune componenti delle parti sociali (il riferimento è ovviamente alla Uil-Fp) che si ostinano a negare l’evidenza dell’importante lavoro che si sta facendo e che strumentalizzano situazioni con l’unico scopo di alimentare un clima di sfiducia da parte dell’utenza. Tutto ciò - risponde in rima alle accuse - in un momento in cui l’azienda è impegnata in un profondo percorso di risanamento, testimoniato dal bilancio consuntivo anno 2014, per la prima volta in pareggio”.
Ma evidentemente non tutte le voci di bilancio interessano il sindacato che attacca la Asl in seguito a una firma che il Dg ricorda essere arrivata “dopo che la gara è stata bandita ed aggiudicata dalla precedente direzione generale”. Un “atto dovuto”, quindi, a cui la direzione “non poteva sottrarsi” anche se “in fase di sottoscrizione del contratto l’attuale direzione generale ha preteso una significativa riduzione sul valore dell'importo nel rispetto dei limiti di legge”. Il sindacato avrebbe sbagliato quindi il soggetto da inquadrare nel mirino perché per la Asl non esisterebbe un caso “aree verdi” e perché all’azienda servirebbe, così come richiesto, un sostegno per l’azione messa in campo che punta al “risanamento che la direzione sta portando avanti, non con politiche di mero taglio, ma attraverso una contestuale azione di rilancio e sviluppo della sanità sul territorio. Un percorso riconosciuto finalmente anche a livello regionale, con una chiara inversione di tendenza, dopo anni di continui tagli e di riduzioni degli organici”.

SI A 19 ASSUNZIONI (LEGGI QUI)

ARTICOLO COMPLETO

SUL CORRIERE DI RIETI

DEL 7 LUGLIO

Più letti oggi

il punto
del direttore