“Il pappagallo tutto blu e la principessa astronoma” protagonista a Rieti Città amica dei Bambini

RIETI

“Il pappagallo tutto blu e la principessa astronoma” protagonista a Rieti Città amica dei Bambini

0

Venerdì 15 maggio, nuovo appuntamento formativo nell’ambito di “Rieti Città amica dei Bambini”, presso la Sala Consiliare del Comune di Rieti. Alle 17 assisteremo, infatti, alla presentazione del libro “Il pappagallo tutto blu e la principessa astronoma”, in compagnia dell'autore Stefano Degli Abbati, medico della Croce Rossa Italiana che collabora con RadioinBlu (CEI) dove ha una rubrica di Bioetica ed è redattore del sito www.ildonodellavita.it.“Il pappagallo tutto blu e la principessa astronoma” è una storia, come recita il sottotitolo, di amore e morte tra i pennuti, che, come tutte le favole “classiche”, dietro il linguaggio dei simboli aspira a un significato universale.“I voli e gli incontri degli uccelli evocati da Stefano Degli Abbati in questa composizione fiabesca sono una costruzione di fantasia ma mirano ad attingere una realtà umana che è quella stessa che ha suscitato le grandi composizioni dei poeti: l’amore come aspirazione alla pienezza della felicità”. Questo quanto dichiarò Sua Eminenza il Cardinale Elio Sgreccia nel corso della presentazione dell'edizione limitata bilingue italo-spagnola in Argentina.L'incontro, moderato dal responsabile degli uffici Cultura e Servizi sociali del Comune di Borgo Velino, Fabrizio Chiaretti, vedrà la partecipazione al dibattito della psicologa e psicoterapeuta Stefania Mariantoni, assessore alle politiche Socio-sanitarie del Comune.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Milano, il Papa visita una famiglia di musulmani: ''Ha bevuto il latte con noi''

Karim Mihoual e sua moglie Hanane Tardane abitano all'interno delle Case Bianche di via Salomone a Milano con i loro tre figli. In occasione della sua visita in città, Papa Francesco ha bussato alla loro porta: "Io sono musulmano, ma per me lui è un santo. Ha bevuto il latte con noi e abbiamo parlato della nostra condizione qui nelle case popolari. Quando è andato via gli ho baciato la mano", ...